:: Home » Autori » Emiliano Bertocchi

Articoli di Emiliano Bertocchi - Anno 2009

Mi chiamo Emiliano Bertocchi. Sono nato a Roma il 22 giugno 1979. Perchè scrivo? Credo sia questa la domanda a cui debba rispondere. Scrivo perchè ne ho bisogno. Niente di più e niente di meno. Scrivere non è un hobby, o uno svago, o una cosa da fare tanto per fare. Almeno non per me. Io ne Sento il bisogno. Quando sto male, quando mi rode, quando sono incazzato, quando vorrei distruggere qualsiasi cosa ho davanti, quando amo, quando sto fuori, quando vivo. L' altra volta sono andato a un reading di poesie e mi sono accorto che leggere le mie poesie davanti ad altri è stato come andare in giro a raccontare a degli sconosciuti la propria vita. Preferisco stamparle e farle leggere le mie cose, piuttosto che leggerle io stesso. C'è meno intimità. E poi il lettore ritrova sempre se stesso nelle pagine che legge ed è preferibile che non si specchi troppo con chi le ha scritte. Scrivere è la mia libertà, il foglio bianco è la mia Anarchia, perchè lì sono veramente libero di poter dire, essere e fare tutto quello che voglio e come lo voglio. Gli scrittori che mi hanno fatto iniziare sono stati Charles Bukowski e Jack Kerouac. Grazie. E un grazie anche alle parole... le mie dolci amiche... vi prego non lasciatemi... non lasciatemi mai.
MAIL: e.bertocchi@tiscali.it
WEB:
lascimmiasullaschiena.splinder.com
Numeri: #162 (1) #163 (3) #164 (2) #165 (4) #166 (1) #167 (1) #170 (2) #172 (3) #173 (2)
Annate: 2005 (12) 2006 (55) 2007 (54) 2008 (30) 2009 (19) 2010 (8)
media 3.26 dopo 788 voti
CINEMA |   Revolutionary Road è, prima di ogni altra cosa, uno di quei romanzi che rimangono impressi a fuoco nella mente e nella memoria. Un vero e proprio atto di accusa, scritto in maniera esemplare da Richard Yates, contro il conformismo della middle-class... | 18/1/2009
Commenti ()
media 2.54 dopo 246 voti
CINEMA |   Juliette ha un passato doloroso e tragico alle spalle. Quindici anni di galera per aver ucciso il figlio. Un crimine disumano e orribile che sembra aver divorato la coscienza della donna. L'incontro con la sorella, Lea, riporta Juliette verso la... | 7/2/2009
Commenti ()
media 2.39 dopo 247 voti
CINEMA |     Amore e vita si inseguono attraverso lo scorrere del tempo, risalendo correnti diverse, direzioni opposte che porteranno ad una stessa destinazione. La morte. Benjamin Button ci arriverà percorrendo al contrario la strada dell'esistenza, nascendo... | 16/2/2009
Commenti ()
media 2.65 dopo 239 voti
CINEMA |     Andrzej Wajda si confronta con la Storia e lo fa nella maniera più dolorosa e crudele possibile, mostrandone la realtà e l'orrore che da essa si sprigiona. Il film è costruito in modo tale da far entrare lo spettatore dentro l'atmosfera di quegli... | 18/2/2009
media 3.03 dopo 195 voti
CINEMA |     Un corpo votato al sacrifico, quello di Randy "The Ram" Robinson (Mickey Rourke), nell'ultimo film di Darren Aronofsky. Un corpo che affronta una passione tutta terrena, in cui dolore e spettacolo, masochismo ed esibizionismo si mischiano in una... | 18/3/2009
Commenti ()
media 2.97 dopo 203 voti
CINEMA |     Il vecchio Walt è seduto in veranda. Il cane accucciato vicino a lui. Una serie di lattine di birra vuote. Una sigaretta che spunta dalle labbra. Lo sguardo duro. Il quartiere è ormai invaso da troppi musi gialli, che il vecchio Walt sopporta a... | 24/3/2009
Commenti ()
media 3.07 dopo 189 voti
CINEMA |     Ci sono due momenti in cui Leonard (Joaquin Phoenix) e Michelle (Gwyneth Paltrow) guardano per pochi istanti direttamente in macchina. Quasi volessero confrontarsi con lo sguardo dello spettatore, cercando nei suoi occhi quella comprensione, quella... | 1/4/2009
Commenti ()
media 2.89 dopo 168 voti
CINEMA |     Lungo il confine tra Canada e Stati Uniti c'è un fiume che d'inverno si ghiaccia, diventando una zona di frontiera percorribile, il luogo ideale per far passare dei clandestini, nascosti nel portabagagli di una macchina. Perché anche il trasporto... | 6/4/2009
Commenti ()
media 2.93 dopo 140 voti
CINEMA |   Le immagini in bianco e nero mostrano il discorso del Che all'ONU nel dicembre del 1964. Si ricollegano alla Storia filmata e alla possibile rielaborazione di documenti audiovisivi in chiave cinematografica. Le immagini a colori sono invece quelle... | 14/4/2009
media 3.31 dopo 234 voti
CINEMA |     Le donne di una fabbrica belga si ritrovano improvvisamente senza lavoro. Vittime di dinamiche economiche incomprensibili hanno davanti agli occhi una sola verità. Il posto dove hanno lavorato per tanto tempo adesso è vuoto e loro sono... | 27/4/2009
media 3.52 dopo 250 voti
CINEMA |   Ne Le Onde del destino e in Dancer in the dark Lars Von Trier aveva descritto due figure femminili capaci di trasformare l'amore in sacrifico, dimostrando come la forma più alta dell'amore sia quella che spinge una persona a rinunciare alla propria... | 27/5/2009
Commenti ()
media 2.81 dopo 175 voti
CINEMA |   Vincere! E Vinceremo! Poi le immagini degli italiani in guerra, dei bombardamenti, delle macerie. Poi la testa del Duce schiacciata in una morsa. Ejzenstein è uno dei poli che attraggono la regia di Bellocchio nel suo ultimo film. L'altro è Chaplin,... | 1/6/2009
Commenti ()
media 2.96 dopo 150 voti
CINEMA |   L'orrore è nei volti, nei corpi di plastica, nei gesti codificati. L'orrore è nei sogni distrutti, nell'incapacità di immaginare. Questo è l'effetto più devastante di anni e anni di nichilismo catodico, nel quale sono stati annebbiati cervelli e... | 10/9/2009
Commenti ()
media 2.99 dopo 171 voti
CINEMA |     Una mente pericolosa, capace di dividersi, di pensare una cosa e farne un'altra. La narrazione procede su un doppio binario, quello delle azioni e quello dei pensieri di Mark Whitacre. La voce della sua mente parla per aneddoti, punti di vista... | 27/9/2009
Commenti ()
media 3.07 dopo 155 voti
CINEMA |   I primi dieci minuti di Up sono pura poesia. Le immagini riescono ad esprimere il senso profondo di un'intera esistenza. Un senso comprensibile da tutti e per questo condivisibile. In dieci minuti vengono racchiuse sensazioni ed esperienze che ogni... | 23/11/2009
Commenti ()
media 2.93 dopo 154 voti
CINEMA |   George Romero aggiorna la sua invenzione più famosa, quella del morto vivente e la inserisce all'interno di una riflessione sul potere dell'immagine e sul rapporto tra essa e la realtà. Lo zombie non è più una metafora della diversità sociale o del... | 23/11/2009
Commenti ()
media 3 dopo 169 voti
CINEMA |   Il nastro bianco è simbolo di purezza. E si porta su un braccio o tra i capelli. Un pastore protestante lo impone ai propri figli, perché hanno peccato, perché hanno infranto le rigide regole del suo credo. In un piccolo paese della Germania si... | 28/11/2009
media 2.98 dopo 149 voti
CINEMA |   Ci sono momenti di assoluta solitudine. Di consapevolezza di quanto la vita sia vana. Di quanto sia solo un'atroce illusione. Sam Bell che guarda la terra, sapendo di essere solo la copia di un'altra persona. Sapendo che non ci sarà nessuna moglie... | 19/12/2009
Commenti ()
media 3.01 dopo 190 voti
CINEMA |   Attraversare La Manica a nuoto per raggiungere l'Inghilterra. E la ragazza che ama. E un lavoro. E forse una vita migliore. Questo il sogno di Bilal, un ragazzo diciassettenne di origini curdo-irachene, che si ritrova a Calais, in Francia, con tanti... | 27/12/2009
Commenti ()
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 42 millisecondi