:: Home » Numeri » #143 » LETTERATURA » La Lunga - Roberto Perrone
2007
25
Giu

La Lunga - Roberto Perrone

media 2.71 dopo 1098 voti
Commenti () - Page hits: 6850

 

 

L'autore, giornalista sportivo de "Il Corriere della sera", ritorna alla narrativa. A quattro anni di distanza dalla pubblicazione di "Zamora", suo romanzo d'esordio, ci offre una storia ambientata nel mondo del giornalismo. Protagonista è Giacinto Mortola, redattore sportivo di un grande quotidiano, alle soglie della pensione. Un  uomo normale, tranquillo, felicemente sposato con la bella Rita, che dopo un servizio esterno ed una intervista con il centravanti del Torino Simone Perasso, è stato declassato al ruolo di "cucinare" i pezzi in redazione e di fare la " lunga". Stare in reazione fino a tarda sera, per aspettare le ultime notizie   prima di impaginare il giornale. Deriso, umiliato dal caporedattore Angrisani, Mortola è ugualmente felice lo stesso. Ama la moglie, i figli, la pensione é alle porte, ma la sua vita viene sconvolta quando ricevere, nel corso di una notte, una telefonata con la quale gli comunicano che è morto, in un incidente stradale, l'ex centravanti del Torino Perasso che lui aveva intervistato dopo che aveva realizzato due gol e con i quale era riuscito a mantenere un rapporto di amicizia durato quarant'anni. L'uomo sente che deve fare qualcosa per onorare la memoria dell'ex calciatore morto ed adotta, con un coraggio fuori dal comune, una decisione che farà infuriare il cinico Angrisani, ma riceverà, per la sua scelta,  la pubblicazione della storia di Perasso,  i complimenti di Antonio Maraudo, il manager del gruppo editoriale subentrato lo stesso giorno. Il libro è un " viaggio" a ritroso nel tempo, con il giornalista che ricorda la sua  giovinezza,  l'arrivo a Milano, l'amore per Rita, i suoi due figli, ma è soprattutto la storia del riscatto sociale e professionale di un uomo deriso, controcorrente, dolce, svagato. Come Walter Vismara, il protagonista di Zamora,    Giacinto Mortola è un anti-eroe, un uomo normale che non rincorre il successo, che rifiuta la competizione, che accetta il suo ruolo di "cucinare" i pezzi del giornale,  anche se declassato. Una sorte di Forrest Gump per il "quale la vita di ogni giorno era una piacevole sorpresa", accomunato dall'amicizia con il centravanti dalle stesse idee. Il libro presenta  una impalcatura narrativa ben costruita, lo scrittore usa volutamente un linguaggio  semplice ed immediato e caratterizza molto bene i personaggi, in primo luogo Mortola. La storia narrata è un pretesto letterario che serve a Perrone per mettere bene in evidenza il contrasto  fra i mondi del giornalismo e del calcio di ieri, la vicenda è ambientata negli anni '60 e quelli di oggi, dove domina l'arroganza, dove le persone non vengono giudicate sotto il profilo professionale,ma in virtù di chi li raccomanda. Lo scrittore mette bene in evidenza il  contrasto fra i sentimenti, il rigore, la professionalità degli anni passati, nel mondo giornalistico, sportivo e, in senso lato nella vita,  con la superficialità, l'approssimazione, il cinismo dei giorni nostri. Una società, lascia intendere Perrone, dove è scomparsa  la voglia di scrivere storie vere,  dove tutto è falsato. Un mondo dominato dall'apparenza e non dall'essenza.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Pubblicista iscritto all'Ordine dal 1984. Sposato, due figli, 47 anni, dipendente del comune di Trapani. Svolge, dal 1981, il ruolo di corrispondente da Partanna (Trapani) per il ''Giornale di Sicilia'', collabora al sito libri.brik.it, cura una pagina di libri sul periodico ''Il Belice'', ha collaborato al sito, oggi chiuso, della scrittrice Francesca Mazzucato e alla rubrica ''I libri della settimana'' curata da Giancarlo Macaluso sul sito de ''Il Sicilia'' anch'esso chiuso. Non si considera un critico letterario, solo una persona che ama i libri.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 1197 millisecondi