:: Home » Numeri » #140 » CINEMA » Lo scalcinato Eu-genio
2007
4
Mar

Lo scalcinato Eu-genio

media 3.04 dopo 1615 voti
Commenti () - Page hits: 6850

(spot della New Mini)

 

Lo spot della New Mini Cooper S è un po' scalcinato, non completamente riuscito, secondo me ma con alcune trovate irresistibili. Se l'avete perso lo trovate qui, su You Tubecon moltissimi commenti e un notevole gradimento. La pubblicità è dell'agenzia tedesca Jung Von Matt, adattata da D'Adda, Lorenzini, Vigorelli per il nostro mercato. Lo trasmettono ancora, ma non così spesso come qualche settimana fa e se vi capita buttateci un occhio... C'è un ragazzo con la Mini azzurra che si ferma in mezzo al deserto (forse problemi al motore, chissà, strana scelta, e se ci si pensa un momento non propriamente efficace). Lui si ferma, esce sperduto a cercare una possibile direzione  e trova, pensate un po' cosa può trovare un giovane un po' ingenuo con la sua bella macchinina fermo nel deserto? Ma una lampada, una simil-lampada di Aladino dalla quale viene fuori un genio completamente sfasato, logoro, stracciato, buffo. "Piacere... genio. Eu-genio" Risponde l'"ordinary man" dal vestito spiegazzato e coi capelli in disordine come se ci fosse stato davvero dentro quella lampada dorata per alcune centinaia di anni. Sembra distratto, sperduto, ma appena vede la macchina,  appena butta l'occhi sulla Mini corre, ci sale sopra felice ed eccitato come un bambino, mentre il giovane dalla maglietta a righe, esterrefatto, prova a chiedergli che fine hanno fatto i famosi desideri, che dovrebbero essere almeno tre, da manuale (da quella via che è uscito dalla lampada magari, ipotizziamo da spettatori, riesce a coronare un paio di sogni, che so partecipare ad Amici, avere un nuovo computer per potenziare la connessione a Internet o un cellulare umts). Niente di tutto questo poverino, che poi non è tanto poverino, ha la Mini, il motore evidentemente non si era fuso e si deve accontentare. Il bizzarro genio non ci pensa neanche lontanamente a dargli retta, non potrebbero importargli di meno i suoi desideri. Eu-genio si prende gioco di lui, ora guida quella magnifica macchinina, il deserto è diventato meglio di una pista di rally e così gli fa dei versi strani e dice "Sì,  due, tre quattro desideri" o qualcosa del genere, ridendo scompostamente e continuando a mostrare tutto il godimento e il piacere per  quella guida che, da dentro la lampada, ovviamente non si aspettava. Alla fine la scritta: "Incredibly Mini, the new Mini".  E' uno spot surreale e anche incredibile come saggiamente specifica la scritta, ma di una incredibilità un po' studiata, "telefonata", non riesce ad essere casuale, trash o sofisticato, o anche solo inaspettato. Si pone in una terra di mezzo per una fruizione simpaticamente inattesa del gioco di parole iniziale ("genio – Eugenio) e dell'aspetto malmesso di colui che dovrebbe essere un mago e che invece mentre guida fa versi fastidiosi al ragazzo, persino "miao" come se fosse una ballerina di lap dance alle prese con uno spettatore annichilito dall'eccitazione. Dall'idea di base poteva essere sviluppato in maniera strepitosa, rimane medio, accattivante ma dimenticabile.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Francesca Mazzucato
Francesca Mazzucato vive fra Bologna e la Liguria. Laureata in lettere moderne, specializzata in biblioteconomia con un master al Parlamento Europeo, è scrittrice e traduttrice. Ha pubblicato tra gli altri: Hot Line (Einaudi 1996), Relazioni scandalosamente pure (Marsilio 1998, finalista al premio Fiesole e al premio Un libro per l'estate), Amore a Marsiglia (Marsilio 1999), Diario di una blogger (Marsilio 2003, finalista al premio Argentario Narrativa Donna), Storie illecite di perdizioni e diseredati (LietoColle 2003), La sottomissione di Ludovica (Borelli 2004), Enigma veneziano (Borelli 2004), L'Anarchiste (Aliberti 2005), Confessioni di una coppia scambista (Giraldi 2006), Train du reve (Giraldi 2006). Un suo racconto è contenuto nell'antologia Suicidi falliti per motivi ridicoli, Coniglio editore,2006. Ha scritto il saggio Louis Brauquier, (Kult Virtual Press 2006.) Ha vinto il premio fiuggi – erotismo e scrittura. È tradotta in Francia, Germania, Grecia e Spagna. Collabora a riviste letterarie e siti internet.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 183 millisecondi