:: Home » Numeri » #137 » LETTERATURA » Bruciante Segreto - Stefan Zweig
2006
16
Dic

Bruciante Segreto - Stefan Zweig

media 2.79 dopo 1537 voti
Commenti () - Page hits: 11k

L'infanzia rimane sepolta sotto montagne di anni e si continua a vivere nell'inconsapevolezza di ciò che eravamo un tempo. La nostra memoria non è più attraversata dalle sensazioni provate, gli interrogativi, le inquietudini di quei giorni sono ormai spente, cancellate le nostre aspettative per il futuro. Siamo adulti ma non ricordiamo quasi nulla del percorso che ci ha portato ad esserlo.  "Bruciante segreto" è un libretto di un centinaio di pagine che ci parla proprio di questo. Del passaggio dall'infanzia all'adolescenza che percorriamo insieme ad Edgar, protagonista della storia narrata con stile semplice ma raffinato da Stefan Zweig. Edgar è un bambino di dodici anni estremamente sensibile ed intelligente che si reca con la madre in un albergo di montagna per riprendersi da una malattia. Il suo rapporto con la madre è molto stretto ed intenso, quasi totalizzante. Durante la permanenza Edgar viene avvicinato da un barone interessato a stringere un'amicizia con lui per arrivare al cuore della madre. Inizia così un lungo e tormentato rapporto a tre in cui Edgar si trova spaesato e confuso. La madre non è più la stessa, lo rimprovera spesso e si altera con lui per nulla, il barone si mostra sempre più disinteressato nei suoi confronti facendolo sentire misero e piccolo, da importante ed interessante quale si era sentito quando inizialmente il barone aveva tutte le attenzioni per lui. Edgar, umiliato e deluso, comincia ad odiare, spia i movimenti dei due amanti, li intralcia, si dispera e si strugge impotente scoprendo gli inganni e i raggiri che i due attuano contro di lui per consumare la loro passione. La descrizione dell'amore viscerale tra madre e figlio è magistrale perché coglie le più sottili sfumature dipanandosi in tutte le gamme dei colori delle emozioni. La scrittura non è mai pesante sebbene si addentri nell'animo umano con precisione e profondità. Risulta scorrevole, chiara, senza ombre. Ci ritroviamo a scandagliare l'animo del ragazzo con naturalezza ed è inevitabile sentirci soli e afflitti insieme a lui, piangere con lui per le sue delusioni, serrare i pugni per il suo odio e rancore. Proprio mentre ci sentiamo incompresi ed abbandonati ecco che arriva il miracolo. Meraviglioso perché inaspettato. Un miracolo che noi tutti abbiamo sperimentato nella vita. Quello della scoperta. La scoperta del segreto che, dopo aver bruciato tanto, ora ci apre la via di una vita tanto agognata. La vita dei grandi.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Carlotta Servidei

Carlotta Servidei nata a Roma, autrice di prosa e poesia è stata premiata a vari Concorsi Letterari tra i quali si distinguono “Il volto della natura” premio indetto dall’Accademia Internazionale di Urania (Vi) anno 2002, “L’angolo del poeta” premio indetto dall’Ufficio Cultura del Municipio Roma 3(Rm) anno 2002, “Ungaretti edizione quarta” premio indetto dal Centro Studi Agorà di Acerra (Na) anno 2002, “Scriviamo un libro insieme 2002” premio indetto da Penna d’Autore (To) anno 2002. Pubblicazione di aforismi in due edizioni curate da Domenico Cara (Laboratorio delle Arti di Milano) (Mi) anno 97 anno 98. Pubblicazione di un’opera di narrativa “Rincorrendo la felicità” in e-book a cura della redazione Corbec anno 2003. Poesie, racconti inseriti in antologie e riviste. Collaborazione con riviste per esordienti.


MAIL: -charlotta-@libero.it
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 134 millisecondi