:: Home » Numeri » #136 » LETTERATURA » Il mio nome è Bukowski - Paolo Roversi
2006
2
Nov

Il mio nome è Bukowski - Paolo Roversi

media 2.77 dopo 1141 voti
Commenti () - Page hits: 8200


(Fermento - www.fermento.net)

Paolo Roversi è un giovane scrittore di talento che spazia senza problemi dalla narrativa noir (Blue tango), al giallo puro (La mano sinistra del diavolo), passando per il saggio popolare (Bukowski, scrivo racconti e poi ci metto il sesso per vendere) e le raccolte di aforismi del suo autore di culto (Seppellitemi vicino all'ippodromo così che possa sentire l'ebbrezza della volata finale). Il filo conduttore della sua scrittura è il grande amore per Bukowski, autore geniale e ineguagliabile al quale tutto noi scrittori di poco conto dobbiamo qualcosa. Questo libro conclude la trilogia che Roversi dedica a un mito letterario, perché dopo una biografia non autorizzata e un Millelire di Stampa Alternativa non poteva mancare un romanzo. Roversi organizza una trama originale, si districa bene tra realtà bukowskiana, fantasia narrativa e vita quotidiana, per realizzare un racconto fantastico che a tratti è anche una satira della vita politica italiana. Non mancano i riferimenti a Berlusconi (che diventa Berloni), Nanda Pivano (Jolanda Bivano) e il Fabrizio Pancrazio Show (parodia del Costanzo Show). Troviamo anche accenni al nichilismo bukowskiano e ai viaggi negli States che molti ragazzi hanno fatto per incontrare il loro mito. Carlo Boschi è un impiegato di banca trentenne che si risveglia da un coma etilico convinto di essere la reincarnazione di Bukowski. Per questo motivo cambia del tutto la sua vita e la imposta seguendo le abitudini del suo scrittore preferito. Non vi anticipo il finale a sorpresa, anche se il libro non è un giallo e deve essere gustato a fondo per la scrittura rapida ed essenziale venata di sottile ironia. La satira di Roversi è graffiante, il suo umorismo incalzante non risparmia nessuno e finisce per colpire un modo tutto italiano di fare politica. Vivevamo nel Bengodi, a Disneyland, meglio ancora a Topolinia. Il mio migliore amico si credeva Bukowski, il presidente del consiglio Paperon de' Paperoni e io mi sentivo una via di mezzo tra Orazio e Paperoga. Le citazioni di titoli bukowskiani si sprecano: Io scrivo racconti, poi ci metto il sesso per vendere, A sud di nessun nord, Post office, Shakespeare non l'ha mai fatto… ma anche situazioni prelevate a piene mani dai romanzi e dalla vita del grande Buk, come il lavoro alla posta, la birra, il vino, le corse dei cavalli e le donne. Il mio nome è Bukowski conferma tutto il valore letterario di Roversi, ottimo autore di intrattenimento che - come dicevano i latini - ridendo castigat mores

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Gordiano Lupi
Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Ha tradotto i romanzi del cubano Alejandro Torreguitart Ruiz: Machi di carta (Stampa Alternativa, 2003), La Marina del mio passato (Nonsoloparole, 2003), Vita da jinetera (Il Foglio, 2005), Cuba particular – Sesso all’Avana (Stampa Alternativa, 2007), Adiós Fidel (A.Car., 2008) e Il mio nome è Che Guevara (Il Foglio, 2008). I suoi lavori più recenti di argomento cubano sono: Nero Tropicale (Terzo Millennio, 2003), Cuba Magica – conversazioni con un santéro (Mursia, 2003), Un’isola a passo di son - viaggio nel mondo della musica cubana (Bastogi, 2004), Orrori tropicali – storie di vudu, santeria e palo mayombe (Il Foglio, 2006), Almeno il pane Fidel – Cuba quotidiana (Stampa Alternativa, 2006), Avana Killing (Sered, 2008), Mi Cuba (Mediane, 2008) e Fellini - A cinema greatmaster (Mediane, 2009). Cura la versione italiana del blog Generación Y della scrittrice cubana Yoani Sánchez e ha tradotto per Rizzoli il suo primo libro italiano: Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana (2009).
MAIL: lupi@infol.it
WEB:
www.infol.it/lupi
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 1143 millisecondi