:: Home » Numeri » #126 » CINEMA » Nuova edizione di Videoqueer (bando)
2006
27
Gen

Nuova edizione di Videoqueer (bando)

media 3.15 dopo 1648 voti
Commenti () - Page hits: 6100

VIDEOQUEER 2006  

Concorso video a tematica gay, lesbica e transgender
Quarta edizione

  

 

 

Videoqueer è l’unico concorso video italiano dedicato esplicitamente a raccontare l’universo gay, lesbico e transgender, in tutte le modalità in cui si esprime, in forma sintetica ed incisiva ma libera, aperta e non sottoposta ad alcuna censura, dal documentario alla fiction, dalla video-arte all'elettronica. Brevi storie, 180 secondi, che raccontino il presente, tra quotidianità e voglia di affermazione, desideri e fantasie.

Videoqueer è organizzato da Ireos - Centro servizi autogestito della comunità queer di Firenze, in collaborazione con il Portale Giovani del Comune di Firenze e con Eventi s.r.l.

La parola “queer” rappresenta tutti coloro che hanno un orientamento sessuale diverso dall’eterosessualità, un termine quindi che allarga la tradizionale definizione di omosessuale, maschile e femminile, anche ai bisessuali, ai transessuali e a coloro che culturalmente si definiscono transgender, cioè trasversali ai generi.


L’identità queer sta diventando oggi, almeno dal punto di vista delle immagini, un valore riconosciuto e sempre più presente, al cinema, in televisione, nella pubblicità, dopo che per decenni è stata protagonista di una scena poco illuminata dai riflettori.

Il concorso intende mostrare un’identità queer in movimento, in continua metamorfosi, dove sensibilità e scelte differenti coesistono intrecciandosi, per contribuire a trasformare questa identità da emergenza sociale a protagonista del pensiero e della creazione culturale.

Videoqueer rappresenta al contempo anche una possibilità di stimolare il confronto interculturale all’interno della società, una fonte di arricchimento etico, politico e culturale per tutti.

La finalità specifica di Videoqueer è quella di raccogliere e allo stesso tempopromuovere, con uno spazio dedicato, le tracce di un discorso audiovisivo indipendente nell’ambito della produzione nazionale e internazionale emergente. Il video concorso riserva infatti uno sguardo particolare alle produzioni indipendenti e giovanili, fiorentine, nazionali e internazionali.

Novità di quest’edizione:
l’assegnazione di un premio speciale al video che meglio racconta il tema, così attuale, delle Nuove Famiglie. Premio gentilmente offerto da MusicFeel: un progetto permanente per la produzione di musica originale per cortometraggi e lungometraggi. Fondata dai compositori Stefano Cretarola e Marco Fedele nel settembre 2003, MusicFeel riunisce esperienza, professionalità e passione offrendo, oltre alla realizzazione di musiche originali, anche una preziosa collaborazione artistica ad autori, registi, produttori, sceneggiatori.
 

Dati tecnici sul concorso:


L’iscrizione è gratuita.

Primo premio: 500 euro

Premio speciale al video che meglio racconta il tema delle Nuove Famiglie: creazione di una colonna sonora gentilmente offerta da MusicFeel

Scadenza: 15 aprile 2006

Da inviare: Silvia Minelli c/o via Bonifacio Lupi 5a/r 50129 Firenze.

I video (in formato vhs e dvd) devono essere della durata massima di 3 minuti ed essere stati realizzati non prima del 1 gennaio 2005

Il video vincitore di Videoqueer 2006 sarà scelto da una giuria di qualità, insieme al pubblico della quarta edizione del Florence Queer Festival, festival internazionale di cinema e video a tematica gay, lesbica e transgender che si svolgerà a Firenze dal 20 al 31 maggio 2006.

Informazioni, bando del concorso e formulario sono disponibili nei siti:

e possono essere richiesti all’indirizzo

silvia@florencequeerfestival.it
tel. 347/8553836
 
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Michele Benatti
Michele Benatti, Nasce nel 1970 tra le bonifiche ferraresi ma cresce in provincia di Reggio Emilia tra le ciminiere delle ceramiche castellaranesi. Un'insana passione per l'informatica lo porta addirittura alla laurea breve ma si dice che abbia sbagliato mestiere. Appassionato spettatore di cinema extrastatunitense e di letture slave, matura col tempo una capacità critica tale da poterne addirittura scrivere. Estroverso ma timido, miope ma acuto, pallido ma sanguigno sono le caratteristiche di Michele Benatti.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 217 millisecondi