:: Home » Numeri » #131 » OPINIONI » A Venere e a Voi (lettera aperta)
2006
1
Giu

A Venere e a Voi (lettera aperta)

media 2.96 dopo 1153 voti
Commenti () - Page hits: 4050

Carissimi lettori e non lettori,

 

la letteratura non è quella proposta dai grandi media; almeno, non soltanto quella è letteratura.

 

La letteratura è capacità di dare non emozioni, ma scosse elettriche, agli uomini e alle donne del nostro tempo. È arte dello spirito più profondo, nasce con l'essere umano fin dalle caverne.

Purtroppo viviamo in un'epoca che difficilmente prova a  lasciarsi trascinare dalle passioni; un'epoca di pubblicità ingannevoli. Proposizioni all'acquisto che perdono sempre più l'intento conoscitivo/informativo e slittano sino a farci cadere nel mondo della presunzione di validità. Avendo infatti esse carattere epesso esclusivamente commerciale, ci fanno perdere l'obiettivo primo di un'arte: la forza trascinante, la selva di proposizioni che essa deve creare nel nostro animo, il bisogno di libertà e la discussione intorno e per il costrutto che Rousseau chiamò Contratto Sociale.

 

La letteratura è, in questo senso, anima del proprio contesto, analisi emotiva dei vissuti, esposizione dei sentimenti umani, dei dubbi, delle speranze, dei disadattamenti, delle vittorie. La letteratura, così come la sua lingua di pertinenza, è dunque madre dell'emozione umana e deve impegnarsi a rimanere arte dell'emozione umana; costantemente, diligentemente.

È proposizione, quindi è discussione, critica, opinione, lotta, pace; è l'uomo che è in noi, oltre ogni appropriazione, entro ogni appropriazione. La letteratura è materia e spirito, carne e desiderio, forza del verbo, canto dell'anima.

 

La letteratura è la vita del personaggio, maschera della vita del lettore; capace di penetrare le fibre, di sciogliere in lui i tumori dell'anima, i simulacri d'ortodossia. Di renderlo, infine, dialogante.

La letteratura, signore e signori, ragazzi e ragazze, è il sipario che si apre sulla tenerezza e l'indecenza, sull'ingiustizia e il riscatto, sull'oggettività e la soggettività.

La letteratura è essere ascoltati e trascritti, interpretati, incoraggiati, chiamati e coccolati, sognati e materializzati e, per quanto possibile, anche immortalati, resi eterni, fruibili; salvati da noi stessi, dalle nostre carenze ed omissioni.

 

Ma, in primis, la letteratura è lettura attraverso le lettere, specchio in cui abbiamo da rifletterci per riflettere sul nostro passato, presente e futuro e, quindi, sempre su noi stessi in quanto esseri senzienti.

 

Un saluto a voi ed a quella Città delle idee che la nostra lingua ha voluto chiamare umanità.

 

20 maggio 2006, Ceglie Messapica (BR)

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Monica Cito
Monica Cito è nata a Telese Terme (BN) nel 1972. Risiede a Ceglie Messapica (BR). Laureatasi in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bari, ha conseguito l’abilitazione all’avvocatura. Membro del direttivo della sezione “Pinuccio Tatarella” di Alleanza Nazionale a Ceglie Messapica, ivi riveste la qualifica di Responsabile Cultura. Ha pubblicato il romanzo “Venere, io t’amerò” per i tipi della Giulio Perrone editore (Roma, 2005). Sue liriche sono presenti in qualificate antologie. Due e-books (l’antologia poetica “Dea della caccia” e la sua tesi di laurea “Le condotte pedofile”) sono pubblicati su: www.kultvirtualpress.com e scaricabili gratuitamente dall’apposita sezione. Ha prefato sillogi poetiche e romanzi. Collabora come critica letteraria alla rivista “Il Cavallo di Cavalcanti” (Azimut Editore, Roma), nonché su varie riviste on line (www.transfinito.net, www.kultunderground.org e www.kultvirtualpress.com ; www.lucidamente.com ) e cartacee (come il trimestrale “Sud-Est”, dove si occupa di editoria indipendente e cura il premio letterario “Storie a Mezzogiorno”). Non si è sottratta ad interventi di critica letteraria anche su giornali “dell’opposizione”. Suoi interventi di saggistica giuridica si trovano su www.diritto.it
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 190 millisecondi