:: Articoli correlati
 
:: Pubblicità
 
:: In lettura ora
 
:: Home » Numeri » #190 » LETTERATURA » Italia low cost - Filippo Astone e Rossana Lacala
2011
22
Mag

Italia low cost - Filippo Astone e Rossana Lacala

media 3.02 dopo 40 voti
Commenti () - Page hits: 3200
Aliberti (Reggio Emilia, 2011), pag. 499, euro 19.00

“Il low-cost non è solo un fenomeno economico imponente. E' la parte più visibile del grande cambiamento sociale e culturale in corso in tutto il mondo occidentale”. Questa è la premessa, ideale e pratica, che mette in moto il saggio-inchiesta di Filippo Astone, giornalista già autore dei due indispensabili “Il partito dei padroni. Come Confindustria e la casta economica comandano in Italia” e “Affari di famiglia. Fatti e misfatti della nuova generazione di padroni” e della giornalista Rossana Lacala, giornalista anche lei - ma specializzata in altri argomenti. E ovviamente, l'introduzione dello studio, che è un lavoro diviso in due sezioni omogenee e parallelere (inchiesta vecchio stile / guida pratica alla conoscenza con indirizzi e idee), è titolata “Viaggio in un Paese che tenta di resistere alla crisi”. Perché il motivo del libro è chiaro: “raccontare ai lettori il nuovo corso, e fornire loro le conoscenze indispensabili per cavalcarlo”. In pratica, dunque, la seconda parte del tomo non poteva appellarsi che del periodo “il giusto valore delle cose, ovvero come ottenere gli stessi prodotti e servizi (o addirittura migliori) spendendo quanto basta (fino alla metà dei prezzi di mercato)”. Dunque un libro, è da ripetere, che si svolge in due percorsi distinti e comuni. Intanto l'inchiesta che serve a scoprire strategie e retroscena dei “Signori” del low cost, settore che in Italia raggiunge il 5% del Pil e cresce, addirittura, di ben 8 punti percentuali all'anno. Che conduce direttamente nei necessari consigli, più indirizzi reali, tutti utili a migliorare le modalità stesse del consumo. Si pensi, per esempio, al piccolo passaggio sugli acquisti nati da chilometro zero o dai gruppi di acquisto. Quello di Astone e Lacala, dunque, è un discorso etico. Perché indugia su fregature reali e patacche surreali. Però ugualmente capace di proporre rimedi e porre ulteriori interrogativi. Il libro racconta un Italia che è fatta, anche, da ricchi eppure non troppo che si calano nei low-cost e di poveri, troppi, che sono costretti a muoversi eternamente nel mistero dei bassi prezzi, dei prezzi a bassa tensione o prezzi bassi che siano. Una fetta di popolazione, quella che è obbligata, se almeno vuole permettersi qualcosa, d'entrare negli ingranaggi rutilanti dei territori targato low-cost. Dall'Ikea gli ipermercati meno di moda. Molto importante, tra le altre cose, il passaggio che narra delle terre dove invece la marca assolutamente è bandita. Oppure potrebbe esserlo. Vedi quando si deve fare la mitica spesa. Come per la gestione dell'orto fino alla compera della casetta, e magari, appunto, a metà prezzo. Fottendo, è naturale, i brand posizionati nella nostra vita. Giorno per giorno, senza esserne consapevoli, siamo a contatto con i mondi spiegati fin nelle viscere da Astone e Lacala. E adesso che siamo dotati di questo serio e meticoloso studio, non possiamo che stare ancora più attendi. Che questo saggio è manuale. Che il manuale di Astone e Lacala è un saggio d'inchiesta incisivo quanto di semplice e persino godibile lettura. “Italia low cost” è un segmento, vasto, dell'Italietta. Dell'Italiettà già chiamata in vari modi. Da Bel Paese in su, e persino in giù. E di questo saggio redatto a quattro mani non possiamo che apprezzare l'idea di base che l'ha fatto generare.     
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server INDICHOST

pagina generata in 72 millisecondi