:: Home » Numeri » #274 » MUSICA » Intervista con Carmelo Caltagirone
2018
27
Mag

Intervista con Carmelo Caltagirone

Commenti () - Page hits: 100
F*ck*d Alien
 
 
Carmelo Caltagirone è un chitarrista che ha inciso tre album: Iron man uscito nel 2014, Gemini Man dell’anno seguente e Cosa Loro, Please, nel 2016. Nel 2018 è la volta di una raccolta intitolata F*ck*d Alien, che racchiude tutti e tre i lavori pubblicati più una manciata di tracce live.
 
 
Intervista
 
Davide
Ciao Carmelo. Cominciamo da te: quando hai cominciato a suonare la chitarra e qual è la tua formazione su questo strumento?
 
Carmelo
Ho iniziato a suonare la chitarra da adolescente, precisamente dall'età di 13 anni. È nato tutto all'improvviso quando ascoltai alcuni brani di una compilation hard'n'heavy. La mia formazione è maggiormente composta da scale melodiche, riff, per poi arrivare a qualche limitato cromatismo.
 
Davide
Quali sono stati i chitarristi – e quali le loro peculiarità - che hai cercato di “assorbire” in questi anni di formazione?
 
Carmelo
I chitarristi che mi hanno dato ispirazione sono i membri di alcune line up di Lizzy Borden band; Jeff Loomis della Nevermore band; Kirk & James; Adrian Smith; Daron e Shavo della S.O.A.D. band; Gene Simmons;  Mick Thomson e molti altri.
 
Davide
Perché F*ck*d Alien”?
 
Carmelo
Il titolo “F#ck#d Alien” nasce dalla lotta quotidiana di ogni uomo con le proprie problematiche generiche. Un aspetto che mi crea quel bisogno di solitudine, che mi consente di concentrarmi e superare tutto quello che spesso viene dato per scontato.
 
Davide
Perché hai deciso di ripubblicare in un cd i tre tuoi lavori precedenti?
 
Carmelo
Ho deciso di ripubblicare i tre lavori precedenti in una compilation perché ho apportato delle migliorie sonore. Inoltre perché vorrei emergere in maniera definitiva come musicista.
 
Davide
Sono tutti brani strumentali realizzati da solo con batteria elettronica, basso e chitarra solista distorta che suona senza mai una interruzione o un solo momento di primo piano concesso ad altri suoni o effetti. Perché hai voluto realizzare del materiale così scarno?
 
Carmelo
Non considero il materiale così scarno. È semplicemente musica hard rock strumentale. Come se si fondessero lo stile dei R.A.T.M. con quello dei Dream Theater e con la grinta dei Lamb of God.
 
Davide
Cosa sono per te il suonare e il comporre?
 
Carmelo
Ho iniziato a suonare dopo la primavera del 2007. Un momento che ha rappresentato per me l'uscita da un periodo di emarginazione. Una sorta di resurrezione attraverso la musica. Ritengo l'aspetto compositivo qualcosa di molto importante e serio. Tutto nasce da quella magia che il musicista ha con il proprio strumento in mano.
 
Davide
Quali sono i tuoi obiettivi attraverso la musica, presenti e futuri?
 
Carmelo
L’ obiettivo attuale è quello di fare un tour nazionale. Sicuramente nel futuro ci sarà un mini album già composto, che però è da ultimare.
 
Davide
Ciao e buona fortuna.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Davide Riccio
Davide Riccio, di Torino, educatore, musicista polistrumentista, compositore e giornalista. Ha collaborato con molti musicisti italiani e internazionali. Ha scritto poesie, racconti e saggi, che ha pubblicato su antologie e riviste sparse dal 1983 ad oggi (tra le ultime opere pubblicate “Il Musico David Rizzio” (biografia, ebook, 2006), “Povertssiment” (Genesi 2006), “Sversi” (Libellula, 2008), Neumi, cantus volat signa manent – La musica che lascia il segno (con cd di autori vari, Genesi-Into my Bed-Unamusica 2011). Dal 1998 è stato inquirente e articolista ufologo, copywriter in pubblicità e giornalista (il settimanale La Val Susa, il quotidiano Torino Sera, e il mensile Oblò di Livorno) occupandosi di cultura in genere e divulgazione.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 132 millisecondi