:: Home » Numeri » #189 » MUSICA » Intervista con OneMic
2011
18
Apr

Intervista con OneMic

media 2.92 dopo 26 voti
Commenti () - Page hits: 5000
one_mic_cover_low.jpg
 
 
A 6 anni di distanza da "SOTTO LA CINTURA" esce il secondo disco di gruppo dei OneMic dal titolo "COMMERCIALE" anticipato dal video della titletrack, su youtube dal 18 febbraio a questo link
e in sole due ore già condiviso da oltre 2000 utenti di facebook!

Questo disco, carico di aspettative e di attesa da parte del pubblico, è la summa di tutte le migliori attitudini dei 3 Mc's. Musicalmente innovativo, eclettico nei suoi contenuti, l'album ha come filo conduttore un certo tipo di scrittura emotivamente intensa e comunicativa che i OneMic hanno affinato in questi anni. I tre ragazzi sono riusciti a concretizzare in questo lavoro il meglio di sè, dandoci prova di aver  portato a termine un percorso di maturazione delle loro attitudini mostrate negli album solisti pubblicati in questi anni.
 
ONEMIC – "COMMERCIALE"
Etichetta DONER MUSIC – Distribuzione Self
Nei negozi dal 29 marzo 2011
A differenza di quanto succede normalmente nel rap, dove chi scrive la propria strofa poi la interpreta, i testi di questo album sono stati scritti interamente a sei mani dagli artisti, rendendosi in parecchie occasioni uno il "ghost writer" dell'altro.
L'album è stato concepito e registrato alla "Vetta del cielo" di Villardora (TO) nell'estate del 2010 ed è stato arrangiato, mixato e masterizzato da Marco Zangirolami al "Noise Studio" di San Giuliano Milanese nei mesi successivi. Marco Zangirolami, musicista di enorme talento, è inoltre co-produttore di molti brani del disco.
La supervisione artistica del progetto è stata affidata a Big Fish che ha contribuito con la sua esperienza e la sua professionalità a rendere il disco più innovativo e musicalmente completo.
A questo album hanno lavorato parecchi produttori e musicisti tra i quali, oltre a Big Fish e Rayden, Roofio dei Two Fingerz, Vox P, Big Joe di Palermo, Luca "ZED" Capasso (che ha suonato live la batteria in parecchi brani) ed Enrico Caruso. I OneMic si sono avvalsi della collaborazione di Dj Double S, storico Dj torinese che ha scratchato in due occasioni, e Rise che con il suo "human beatbox" ha caratterizzato il primo "street single" nonchè title track del disco, "COMMERCIALE".

COMMERCIALE

Singolo anticipatorio del disco, in cui i OneMic si alternano al microfono su una base lenta e possente, a tratti epica come nei ritornelli: e il risultato è un pezzo incalzante e provocatorio.
I 3 archiviano l'annosa questione Undreground Vs Commerciale dando prova della loro padronanza e capacità di scrittura - dai concetti alle rime ad effetto - come a voler dire: "Etichettate questa musica come volete voi ma la materia prima è indiscutibile"... Loro pensano alle parole e alla musica e lasciano a noi il compito di definire/catalogare/discutere... E mentre noi ci arrovelliamo per dar loro una collocazione nel panorama musicale è come se ci osservassero con un sorriso sornione, fieri e consapevoli del valore del loro operato.
 
Ufficio Stampa CASI UMANI
Un grazie a Paola Conforti
 
Intervista
Ensi, Raige e Rayden

Davide
Ciao OneMic. Un bel disco, molto curato anche nei suoni e negli arrangiamenti. Penso proprio che andrà lontano o quanto meno ve lo auguro. Avete scelto un titolo coraggiosamente provocatorio per questo cd, poiché molto spesso un certo pubblico sedicente purista che segue l'hip hop conferisce un'accezione negativa all'etichetta "commerciale", qualcosa che non suona autentico o di valore come invece ciò che è Underground ("Il nostro disco è underground, ma se lo compri è commerciale (dite nella title-track)… se ne parli male è commerciale"). Perché la scelta di questo titolo e cosa pensate dell'uso, a volte un po' aprioristicamente giudicante, che viene fatto dei termini commerciale e underground nella musica hip hop?
 
OneMic
Ciao Davide, innanzi tutto grazie dei complimenti e dell'augurio. Il titolo, come hai giustamente detto, è assolutamente una provocazione, alla quale infatti hanno abboccato in molti. I rumors sul web si sono sprecati e i giudizi negativi al solo leggere la tracklist sono piovuti dal cielo. Molte bocche si sono chiuse dopo aver ascoltato il disco, siamo consapevoli che tutti quanti contenti non li faremo mai ma abbiamo ricevuto tantissimi complimenti da pubblico, critica e "colleghi" e siamo molto contenti di come è stato recepito l'album in generale.
Il termine "Commerciale" diventa sempre sinonimo di musica di cattiva qualità, in tutti i generi musicali. Se questo discorso poi lo proietti nell'ambiente dell'hip-hop Italiano dove per anni abbiamo assistito a due vere e proprie fazioni, ecco che "commerciale" diventa il peggior aggettivo che si può affiancare ad un gruppo. Con questo disco vogliamo definitivamente chiarire la nostra posizione a riguardo e, parafrasando una nostra vecchia linea, continuiamo a sostenere che "il rap o è fatto bene o è fatto di merda…" indipendentemente dalla diffusione.
 
Davide
Underground vs commerciale o meno, il rap è nato in fondo ai margini e in povertà come desiderio di riscatto sociale ed economico… ed è anche o soprattutto una musica per cercare affermazione, popolarità, successo insomma… O no? Cos'è per voi?
 
OneMic
Non abbiamo mai fatto rap fazioso o politicamente schierato, fin dalle nostre prime produzioni abbiamo sempre parlato di noi e del nostro mondo. Ci siamo sempre messi in discussione su ogni argomento trattato e abbiamo portato alle orecchie dei nostri ascoltatori anche i momenti peggiori della nostra vita, ma cercando sempre di essere trasversali e senza limitare la comprensione del testo alla gente del rap. Questa premessa era necessaria per risponderti che per noi il rap, è lo strumento migliore per comunicare idee ed emozioni. Se invece vuoi sapere cos'è per noi il successo ti rispondiamo dicendo che non è proporzionale al denaro. Anche se accontentarsi non è mai stato un nostro atteggiamento e continueremo sempre a lavorare duro per diffondere la nostra musica, per noi il successo è arrivato quando siamo riusciti a trasformare la nostra passione in una professione.
 
Davide
Io ho ascoltato del rap fantastico un po' ovunque… Una volta, guardando "Crossing the bridge", un film documentario di Alexander Hacke, bassista degli Einsturzende Neubauten, sono rimasto colpito - per esempio - dal rap che si fa in Turchia: ci sono davvero dei grandi talenti. Anche in Italia, ovviamente. Cosa ne pensate di coloro che comprano e vogliono ascoltare e apprezzare solo hip hop nero made in USA, perché di qualunque altra provenienza per loro è "finto" o comunque da meno? Cosa vorreste dire o ricordare a queste persone?
 
OneMic
Tutti sanno che questa cultura e questa musica è nata negli Stati Uniti ed è proprio dagli artisti di questo paese che nascono tutte le rivoluzioni/evoluzioni musicali del settore. Il rap tuttavia è un linguaggio universale e come tale non conosce bandiere. Siamo cresciuti con il rap della golden age americana e siamo sempre aggiornati sulle nuove uscite e tendenze d'oltre oceano, ma per esempio siamo grandi estimatori del rap francese, scena che per suoni e testi sentiamo molto più vicina a noi. Pensare che il rap di valore sia solo quello americano è una visione alquanto riduttiva!
 
Davide
Una domanda sulla prima traccia, "5 anni dopo"… Que j'enviais tojours ce que faisaient les grandsPerché avete citato, anzi campionato un frammento di C'etait la belle vie di Sylvie Vartan?
 
OneMic
La decisione di mantenere la frase finale in francese è stata funzionale a collegare a livello temporale gli anni che sono passati tra il nostro primo disco di gruppo e "COMMERCIALE".
Bisogna comunque sottolineare che la base di ogni campionamento è la musicalità ancora prima del messaggio delle voci eventualmente campionate. Se poi le voci campionate sono pertinenti al testo della canzone l'alchimia è perfetta.
 
Davide
Cosa sono per voi più in generale una citazione e/o un campionamento?
 
OneMic/Rayden
Il mio background di produttore parte con il campionamento. Solo in un secondo momento ho aggiunto i synth suonati ai campioni. Facendo sia beatz campionati sia solo suonati produco in base al tipo di beat che voglio ottenere. 
 
Davide
Old school hip hop, età dell'Oro, l'Era Moderna e oggi ... 1970 – 2011… Dalle radici del primo hip hop dei block party di New York, l'avvento del breakbeat Djing di Kool DjHerc e Grandmaster Flash… Insomma l'hip hop o rap o che dir si voglia non è più così giovane, una musica solo di e per minorenni o neomaggiorenni, ma come il rock è entrato anch'esso nell'età ormai adulta e intergenerazionale degli "anta"… Cosa vi fa pensare?
 
OneMic
Il rap è un genere in continua mutazione e la sua forza è proprio nell'essere una musica dinamica. A livello di suoni esistono infiniti "sotto generi" e contaminazioni che hanno contribuito a rendere il rap una musica attuale e longeva. Nonostante questo genere abbia più di trent'anni e la sua radice rimane sempre la stessa, la caratteristica che lo rende così transgenerazionale è appunto la capacità di adattarsi a qualsiasi tipo di suono.
 
Davide
OneMic fa Rap… (auto)cita Black City… Come raccontereste il rap di Torino?
 
OneMic
In "Onemic fa rap" citiamo le realtà italiane che hanno contribuito alla nostra crescita artistica, volevamo tributare gli artisti che hanno rappresentato qualcosa di importante per noi, non vuole essere una "cronostoria" del rap italiano, altrimenti avremmo dovuto citare tantissimi altri personaggi. Il rap a Torino c'è dai primissimi anni novanta e vantiamo tantissimi rapper di valore, purtroppo però non c'è stata molta continuità e produttività e negli anni abbiamo registrato lunghissimi momenti di buio. Attualmente la scena è molto più coesa e produttiva, fra le realtà più giovani c'è collaborazione e supporto. Come Onemic ci teniamo molto a rappresentare la città e siamo orgogliosi di arrivare da Blackcity.
 
Davide
E la vostra storia… Non dimentichiamo il passato, come avete cominciato…
 
OneMic
Siamo stati sotto al palco a cantare le canzoni dei nostri rapper preferiti e abbiamo fatto la vera gavetta, dai primi demo su cassetta alle jam in giro per l'Italia dove andavamo anche senza essere stati invitati. Abbiamo cominciato con il freestyle e con i primi testi scritti molto prima di essere Onemic. La formazione è stata ufficializzata nel 2004 e da allora abbiamo fatto 11 dischi, tra solisti e quelli di gruppo.
 
Davide
Avete scritto dei testi molto vari e alcuni o a tratti percorrono il classico filone  dell'autocelebrazione. Non pensate che perdano il loro senso al di fuori dell'improvvisazione delle contest freestyle battles?
 
OneMic
L'esercizio di stile e il word play fanno parte dell'attitudine e della tradizione di questa musica. Come Onemic siamo molto conosciuti anche per le nostre doti di freestylers e inserire in alcuni pezzi giochi di parole e punchline è una sorta di tributo agli albori della nostra carriera. La ricerca nel gioco di parole, unitamente alla tecnica e al contenuto è anche un nostro trade mark.
 
Davide
"Il mare se ne frega", "Vita, Morte e miracoli" e altro. Non solo rap, ma anche il canto e una possibilità di aprirsi in parte al pop?
 
OneMic
Chi conosce la nostra discografia sa che i momenti più "cantati" non sono mai mancati nelle nostre canzoni. Ma il pop è ben lontano da quello che facciamo, la nostra attitudine è ben definita. Facciamo rap, attuale e fresco ma con il giusto background. La ricerca nella scrittura, mai banale e sempre ricca di tecnicismi e la scelta accurata delle parti musicali segna la netta differenza fra la "canzonetta" pop e la bella canzone. I riferimenti nel disco non mancano, dai sample ai break beat, dagli scratches alle batterie live. Facciamo boom bap del 2011.
 
 Davide
Chi vi piace musicalmente in questo momento?
 
OneMic
I nostri gusti musicali sono parecchio differenti quindi non esiste una risposta di gruppo. Ascoltamo da Booba a Tinie Tempah, da La Fouine a Nina Zilli. 
 
Davide
OneMic, un microfono… Anche se siete un "solo microfono", quali differenze tra voi vi rendono complementari e unici?
 
OneMic
Le caratteristiche che ci rendono complementari e uniti non sono solo tecniche o musicali, c'è un grande affiatamento di gruppo e un'intesa umana affinata in anni di collaborazione.
Abbiamo sempre fatto rap insieme e il nostro background musicale è simile. Dopo "sotto la cintura" e le esperienze soliste, possiamo dire che ognuno di noi ha coltivato le proprie attitudini e in "commerciale" le abbiamo messe al servizio di tutti creando un nuovo stile Onemic.
 
Davide
Cosa state facendo invece come solisti? 
 
OneMic
Come solisti continuiamo a fare dj set, showcase e collaborazioni in tutta Italia ma il progetto Onemic ha priorità assoluta per il momento e stiamo canalizzando tutte le energie su "Commerciale" e sul tour.
 
Davide
Cosa bolle in pentola?
 
OneMic
Per adesso siamo impegnati con il tour di "Commerciale" che è iniziato il 2 Aprile a Torino e proseguirà in parecchie tappe in tutta Italia, da sud a nord.
State connessi sulle nostre pagine ufficiali!
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Davide Riccio
Davide Riccio, di Torino, educatore, musicista polistrumentista, compositore e giornalista. Ha collaborato con molti musicisti italiani e internazionali. Ha scritto poesie, racconti e saggi, che ha pubblicato su antologie e riviste sparse dal 1983 ad oggi (tra le ultime opere pubblicate “Il Musico David Rizzio” (biografia, ebook, 2006), “Povertssiment” (Genesi 2006), “Sversi” (Libellula, 2008), Neumi, cantus volat signa manent – La musica che lascia il segno (con cd di autori vari, Genesi-Into my Bed-Unamusica 2011). Dal 1998 è stato inquirente e articolista ufologo, copywriter in pubblicità e giornalista (il settimanale La Val Susa, il quotidiano Torino Sera, e il mensile Oblò di Livorno) occupandosi di cultura in genere e divulgazione.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 195 millisecondi