:: Home » Numeri » #188 » LETTERATURA » Buio D’amore - Marco Vichi
2011
23
Mar

Buio D’amore - Marco Vichi

media 2.81 dopo 43 voti
Commenti () - Page hits: 5250
Pagg.211 Euro 16,00 Guanda Editore
 
Accantonata, almeno per il momento, la serie dei fortunati libri incentrarti sulla figura del commissario Bordelli, lo scrittore fiorentino ci offre  un libro di 13 racconti,legati da u filo conduttore: l'eros, la passione amorosa che rappresenta un mezzo di conoscenza. Il libro prende il titolo dal primo racconto, uno dei più interessanti, ma non mancano dei racconti suggestivi, intrisi non solo di passione, ma di umanità. Basti pensare a Ci amavamo nel quale una donna promette al su amante di rivelare, dopo la morte del protagonista a tre persone, l'esistenza del rapporto tra loro due, o l'amore del clandestino che , in "Tu sei mia", si innamora, non ricambiato,  di una commessa che lo fa uscire dal negozio ridendo della dichiarazione d'amore. Interessanti  anche i racconti "Una", dove il protagonista si fa fare i tarocchi dalla nonna che gli rivela che il suo grande amore finirà perché sarà lasciato dalla donna che ama.  Da non perdere " Notte brava" dove la protagonista, uno dei personaggi meglio tratteggiati,  si prende gioco  del suo spasimante e "Baci" dove il protagonista ha il terrore di non sapere baciare una donna e "Valentina" dove una donna non sa scegliere fra il vecchio e il nuovo amore. La ragione, lascia intendere lo scrittore, nel rapporto a due  si smarrisce e rimane solo la forza della passione. Tema centrale dei racconti non è solo l'eros, che rappresenta un aspetto predominante nella vita, basti pensare al bellissimo racconto, "Ma non era in cucina?, certamente il più erotico, "  ma la paura della solitudine, d essere lasciati, abbandonati, di non essere compresi   e, nei racconti di Vichi è sempre la donna la piu' forte nel rapporto di coppia. Gli uomini  sono sovente impacciati, insicuri di non riuscire a comprendere le compagne, preoccupati della solitudine che li può attanagliare. " Buio d'amore" è un libro che ci ricorda" Donne Donne", il secondo libro di Vichi, pubblicato nel 200, dove il protagonista era l'aspirante scrittore Filippo Landini, con una passione, totale e folle, per le donne. In questo libro si assiste ad un impulso improvviso d'amore e  di comprensione e lo scrittore fiorentino riesce benissimo a mettere in evidenza la fragilità dell'uomo. La scrittura di Vichi è semplice, diretta, immediata. Lo scrittore , volutamente, non dà vita a frasi volutamente  costruite   e di difficile comprensione, ma, come sua consuetudine., mira al fatto, alle storie sapientemente costruite, per raggiungere il cuore del lettore.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Pubblicista iscritto all'Ordine dal 1984. Sposato, due figli, 47 anni, dipendente del comune di Trapani. Svolge, dal 1981, il ruolo di corrispondente da Partanna (Trapani) per il ''Giornale di Sicilia'', collabora al sito libri.brik.it, cura una pagina di libri sul periodico ''Il Belice'', ha collaborato al sito, oggi chiuso, della scrittrice Francesca Mazzucato e alla rubrica ''I libri della settimana'' curata da Giancarlo Macaluso sul sito de ''Il Sicilia'' anch'esso chiuso. Non si considera un critico letterario, solo una persona che ama i libri.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 147 millisecondi