:: Home » Numeri » #188 » LETTERATURA » L’allieva - Alessia Gazzola
2011
3
Mar

L’allieva - Alessia Gazzola

media 4.06 dopo 137 voti
Commenti () - Page hits: 4950
Pagg.369 Euro 18,60 Longanesi Editore
 
Al suo esordio narrativo, la scrittrice messinese, medico chirurgo, specializzanda in medicina legale, ci regala un ottimo thriller . Protagonista è Alice Allevi, alter ego della scrittrice, che lavora in un istituto di medicina legale, "il palazzo delle torture", dove dominano il boss Malcomess, "il Supremo ", l'ape regina Ambra , la cattiva dottoressa Wally. Impacciata, priva di fiducia in se stessa, non regge molto bene le autopsie, ma anche se dotata di buona volontà, l'Allevi è poco considerata all'interno dell'istituto, tanto che pensano di fargli ripetere l'anno. A consolarla dalle sue frequenti crisi di pianto e di angoscia, Giulia, l'amica del cuore, e la giapponese Yukino, con  la quale divide l'appartamento. La morte della giovane Giulia Valenti, conosciuta per  caso il giorno prima, la scuote, la coinvolge direttamente. Alice ne fa un problema personale. La giovane, appartenente alla Roma bene, è morta per uno shock anafilattico,  procurato da una sostanza,  il paracetamolo, possibilmente mentre si drogava. Gli indizi degli inquirenti si posano su quattro persone, tra i quali il cugino della vittima, Jacopo De Andreis e la fidanzata Doriana Fortis. Con il primo Giulia aveva una relazione e questo, secondo l'ispettore Calligaris può avere indotto, per gelosia, Doriana ad ucciderla. Sulla  siringa con la quale Giulia si è drogata, vengono rinvenute le impronte digitali di un uomo e di una donna e i caso si complica ulteriormente. Alice decide di indagare in proprio,  per scoprire i responsabili del'omicidio della giovane e si trasforma in una investigatrice, andando al di là del suo  compito di futuro medico legale.  Intreccia un'amicizia con  la sorella della vittima, Bianca, una persona che avrà un ruolo determinate nella vicenda e, nonostante le diffidenze iniziali di Claudio Conforti, a capo dell'équipe degli specializzandi, Alice finirà per avere ragione della sua tesi sull'omicidio dimostrando caparbietà, competenza e riacquistando fiducia in se stessa. Il libro è infarcito dalla storia d'amore di Alice con Artur, figlio del "Supremo", fotoreporter  irrequieto ed instabile.   Questa, in sintesi, la trama narrativa di un romanzo dotato di un plot  ben articolato, ricco  di personaggi egregiamente  tratteggiati e di situazioni efficamente descritte.  La scrittura della Gazzola è divertente, ironica e, pur affrontando la soluzione di un seri problema, la morte violenta di Giulia, non mancano scene intrise di  umorismo: basti pensare ad Alice che si introduce  nella stanza di Conforti, che perde il morto nel trasporto da un reparto ad un altro,  i sopranomi dei colleghi. Il thriller è un pretesto narrativo per descrivere la società italiana di oggi, dove, secondo la Gazzola, domina l'apparenza e, non a caso, tutti i personaggi tratteggiati girano a bordo di Mercedes Clk, portano borse Hermes e/o Luis Vitton, Gucci, occhiali griffati. Tutto deve sembrare perfetto ed impeccabile, come Bianca,  ma la realtà, secondo  la scrittrice, è ben diversa da come ci appare. 
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Pubblicista iscritto all'Ordine dal 1984. Sposato, due figli, 47 anni, dipendente del comune di Trapani. Svolge, dal 1981, il ruolo di corrispondente da Partanna (Trapani) per il ''Giornale di Sicilia'', collabora al sito libri.brik.it, cura una pagina di libri sul periodico ''Il Belice'', ha collaborato al sito, oggi chiuso, della scrittrice Francesca Mazzucato e alla rubrica ''I libri della settimana'' curata da Giancarlo Macaluso sul sito de ''Il Sicilia'' anch'esso chiuso. Non si considera un critico letterario, solo una persona che ama i libri.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 125 millisecondi