:: Home » Numeri » #236 » LETTERATURA » Sirena (mezzo pesante in movimento) - Barbara Garlaschelli
2015
4
Mar

Sirena (mezzo pesante in movimento) - Barbara Garlaschelli

Commenti () - Page hits: 8000
postfazione di Nicoletta Vallorani
Laurana Editore (Milano, 2014)
pag. 129, euro 12.00
 
Un'adolescente che diventa sirena. Per colpa d'una lesione alla quinta vertebra cervicale. A causa, certo, dell'adolescenziale tuffo in un mare agostano dell'Ottantuno. Con un calvario che presenterà il conto di diedi mesi di degenza ospedaliera, un rigoroso e, soprattutto inizialmente doloroso, percorso di riabilitazione. Fino a compiere il nuovo corpo, in forma di sirena. Che vive. E rivive. Crescendo. Questo racconto lungo titolato "Sirena", dunque, è la nuova edizione d'un'opera biografica scritta da Barbara Garlaschelli. Una manovra delicata nelle nostre anime. Un flusso così vitale da far arrossire le firme delle colonne da top ten di vendite e 'marketting'. Con tante carezze alla famiglia che ha sostenuto la dura riabilitazione motorea. Un po', per certi versi, questo libro ci ricorda il film "Lo scafandro e la farfalla". Ma in quest'opera, scritta e riscritta dall'autrice (che dall'infanzia diventerà scrittrice) c'è come un riscatto. Nel finale, sicuro. La classica via d'uscita in fondo al tunnel. Le pagine più belle sono quelle nelle quali Garlaschelli trova un'umanità che non conosceva, e ce la fa conoscere evidentemente. Nol soltanto la terra della sofferenza e delle sofferenze, dei dolori e del dolore, ma spesso pizzichi e pizzicotti di follia pura. Quel frattempo della vita dentro al quale scappa la normalità. O che, dovremmo ricordare sempre, la normalità è finalmente raggiunta. Poi Barbara Garlaschelli, con un'eleganza e dosi di dolcezza che con buona qualità di scrittura ci danno un piccolo accanimento per la lettura, trova in tutte le persone e i luoghi che la circonderanno l'essenza delle cose. E ci tiene nelle stanze degli ospedali delle cure. Ci fa conoscere i sentimenti di chi le è stato vicino. Epperò, soprattutto, ci dice pezzi importanti di lei. Che sono una bella possibilità per tutte le altre persone.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 522 millisecondi