:: Home » Numeri » #210 » LETTERATURA » Operazione Shadow Circus - Fabrizio Bucciarelli
2013
25
Gen

Operazione Shadow Circus - Fabrizio Bucciarelli

Commenti () - Page hits: 4850
La resistenza armata in Tibet 1952-1972,
con illustrazioni, Mattioli 1885 (Parma, 2012)
pag. 134, euro 13,6
 
L’invasione cinese del Tibet, cominciato l’anno di disgrazia 1949, è una delle più grandi, e lunghe, ingiustizie della storia. Fabrizio Bucciarelli, adesso, con “Operazione Shadow Circus” sceglie di raccontare la lotta in armi che una parte del popolo tibetano intraprese dal ’50 per resistere alla conquista della Repubblica Popolare Cinese. Una dominazione, quella della Cina, che, per diversi motivi, interessò, solamente, India e Usa; oltre alla, tra l’altro, facile solidarietà da “comunicato” del resto del mondo. (Mettiamoci, per esempio, di mezzo che l’ultima “risoluzione Onu” di condanna è datata anni Settanta). Gli yankee, però, proprio nei primi anni Settanta con Nixon tolsero il sostegno militare, passato sempre e ovviamente tramite la Cia, alla resistenza tibetana: che dovette soccombere: tanto che oggi “molti dei vecchi combattenti tibetani vivono come profughi in esilio, ma la loro battaglia e quella del Dalai Lama continua sotto altre forme”. Con dedizione e cuore, possiamo tranquillamente dire, Bucciarelli spiega il perché e il come il Dalai Lama nell’1959 dovette abbandonare la sua vasta terra insieme ad altre migliaia e migliaia di tibetani. Parti della diaspora. Il volume di Fabrizio Bucciarelli è il risultato d’anni di ricerche. Un piccola atto, va aggiunto, che tranquillamente lavora a favore della causa di liberazione del Tibet. Seppur oggi il Dalai Lama abbia dovuto far un passo indietro sul terreno della denuncia, anzi della richiesta costante. Ché l’Oceano di Saggezza ha ripiegato su un’autonomia di dimensioni sicuramente inferiore rispetto al passato e/o a quella che realmente vorrebbe. Ma nonostante tutto, sia chiaro, la Cina dell’Impero che ha superato il Duemila si prende gioco delle richieste. Sarà per i giacimenti che le regioni tibetane possiedono. Oppure per il Gange che prima d’approdare nella “vicina” terra indiana prende corpo sulle alture del Tibet. La lotta continua. Noi che nulla, alla fine, sappiam delle sofferenze di questo segmento d’Oriente lontanissimo, potremmo almeno capire le ragioni d’un popolo.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 164 millisecondi