:: Home » Numeri » #201 » LETTERATURA » Il cameriere di Borges - Fabio Bussotti
2012
12
Apr

Il cameriere di Borges - Fabio Bussotti

Commenti () - Page hits: 5950
Perdisa Pop (Bologna, 2012)
pag. 291, euro 16.00.
 
Questo è un film in carne e ossa. La desueta espressione, il periodo un po' naif è utile esclusivamente per sintetizzare in forma descrittiva l'impressione che ha voluto riservarci la lettura del romanzo dell'attore e drammaturgo Fabio Bussotti, "Il cameriere di Borges". Annunciamo, innanzitutto, che sono stato spronato nel prendere prima possibile il libro in mano, grazie a Marino Magliani che ha intervistato l'autore per La poesia e lo spirito. Detto ciò, elemento relativamente anzi scarsamente significativo, vediamo la trama (perché si può davvero seguire alla stregua d'una pellicola) dell'opera - dentro la quale lo scrittore si prende la briga di auto-citarsi, per giunta. Né thriller, né spionaggio. Niente atmosfere da 007 di provincia nonostante e tranne per la presenza d'un poliziotto: della polizia. Evaristo Torriani e/o Vincenzo Bellini costringe infatti il commissario Flavio Bertone, già marito di Giuliana e amante appassionato di Mafalda, a spuntare come un un funghetto - lì con la spagnola Mafalda - nell'Argentina dei desaparecidos degli anni di Videla, di J. L. Borges, di Soriano e, soprattutto,  d'Alfonsina Storni. Dall'Esquilino di Roma. Amico di Che Guevara e Salvator Allende in giovinezza, poi agente dei servizi segreti e, infine, anche cameriere personale di Jorge Luis Borges, Bellini/Torriani metterà tutti i misteri possibili e immaginabili, ancorché inimmaginati, nella mente e nelle giornate di Bertone. Alcune vicende non possono che ricordare i segmenti di certi romanzi statunitensi, vedi addirittura alcune scene di Gischler, o gli europeissimi di Pagan. E nelle pagine fanno persino capolino i servizi segreti. Ma il salto di qualità del libro, al di là della scrittura composta e veloce che lo regge, è nelle interruzioni del presente. Ché queste ridanno la magnetica pericolosità di fattori della Storia che nemmanco la fiction più pura possono farci scordare.

 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 130 millisecondi