:: Home » Numeri » #195 » LETTERATURA » Sangue di nemico - Giacomo Toma
2011
24
Ott

Sangue di nemico - Giacomo Toma

Commenti () - Page hits: 4600
Lupo (Lecce, 2011), pag. 278, euro 15.00.
 
Nel vasto punto che sta a Nord Ovest del leccese, trovate l'Arneo centro gravitazionale di “Sangue nemico”, romanzo d'esordio del giovane salentino Giacomo Toma. L'Arneo che fece da punto di vita e di morte d'una presa di coscienza del popolo, che rivendicava il possesso di terre incolte: venendo represso dall'ordine sostituito alla giustizia sociale. Il testo di Rina Durante, “Quistione meridionale”, ricantato in questo Terzo Millennio dal solito Dario Mucci, può fare da sottofondo alla storia d'amore pensata da Toma, e soprattutto alle battaglie della povera gente delle quali dicevano. Dove il nonno, infatti, avrebbe solamente voluto occupare “un po' di terra incolta nell'Arneo”. Alfredo, figlio di calzolaio, ama Maria, figlia di braccianti. Persino quando tra le botteghe artigiane e le tante e troppe e atroci fatiche dei campi il mondo, come dicono, sta cambiando. Infatti gli affaristi sono alla finestra. Anzi hanno costruito più finestre dalle quali accedere alla sopraffazione da imporre quando vogliono, alla gente e al territorio, e uscire, con le tasche piene, quando devono scappare a nascondersi. Giacomo Toma registra i dolori del popolo. E soprattutto per questa ragione va letto. Non per sapor e/o amor di realismo, ma perché non possiamo più permetterci di sentire esclusivamente i rumori della automobili che hanno sostituito i ciucci. Tenendo nel cassetto le fotografie della rassegnazione che è certe volte stata “rivolta”. Nononstante le sconfitte. La Puglia è anche questo, per fortuna. Rinunciare alla nostalgia. Però rivedendo il concetto stesso di 'nostalgia'. Che sapremmo da questa lingua reale di Toma, di quanto è stato, amori compresi, in un certo passato in uno specifico posto. Molto simile, d'altronde, ad altre – sfortunatamente e per fortuna – antichità. Le classi subalterne hanno saputo pure rivoltarsi: lo dice la Storia. Quello che poi la storia conferma e che il più forte ha trionfato.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Nunzio Festa
Nunzio Festa è nato a Matera, nel’81, dove attualmente lavora; risiede nel suo paese natale, Pomarico (MT), con la sua compagna.
Poeta, narratore, critico; lavora nel campo dell’editoria, revalentemente come editor per la materana Altrimedia Edizioni – della quale è anche direttore editoriale, e come consulente editoriale. Collaboratore giornalistico per cronaca e cultura, dal 2004 in maniera stabile per Il Quotidiano della Basilicata Collabora, inoltre, con siti internet, riviste e altri giornali. Suoi articoli, poesie e racconti sono stati pubblicati su riviste, quotidiani e in varie antologie. Nel 2004 ha pubblicato la sua prima silloge poetica E una e una (Montedit), mentre nel 2005 la sua prima raccolta di racconti Sempre dipingo e mi dipingo. Storie di vita ballate e condite con musica (Edizioni Il Foglio letterario). Nel 2007, la silloge poetica Deboli bellezze è entrata a far parte della collana curata da Silvia Denti, ‘I quaderni Divini’. Dieci brevissime apparizioni è il titolo delle prose poetiche pubblicate da LietoColle nel 2009. Il suo primo romanzo è stato pubblicato presso Arduino Sacco Editore, sempre nel 2009, ed è titolato L’amore ai tempi dell’alta velocità. Del 2010 è anche “Quello che non vedo”, (poema, per Altrimedia Edizioni), con contributi di Ivan Fedeli, Plinio Perilli, Giuseppe Panella, Francesco Forlani, Franco Arminio, Massimo Consoli. Una sua silloge inedita, nel 2011, è entrata a far parte dell’antologia, curata da Gianmarico Lucini, “Retrobottega”.
Altre opere sono in corso di pubblicazione. Poesie, racconti invece ancora inediti, un romanzo e un'antologia poetica in “fase di scrittura”. Vive per scrivere.
MAIL: nunzio8@msn.com
WEB:
http://www.nunziofesta.nelsito.it/
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 123 millisecondi