:: Home » Numeri » #129 » LETTERATURA » Il dono di Rebecca - Marina Dionisi
2006
30
Apr

Il dono di Rebecca - Marina Dionisi

media 3.20 dopo 1353 voti
Commenti () - Page hits: 6550

Affascinante, intrigante ed inaspettato.
Il dono di Rebecca non racconta solo una, ma mille storie, quante quelle racchiuse nella misteriosa esistenza della protagonista. Ma come può Rebecca percepire messaggi mai svelati dal tempo e raccontare storie seppellite dal mistero? Rebecca è un personaggio unico nel suo genere: vive le avventure più emozionanti, riuscendo a percepire la storia nascosta negli oggetti, la sofferenza o l'amore conservati rispettosamente dalle persone, e malgrado viva a contatto con un dono mai richiesto - la cui ricchezza e le cui responsabilità sono infinite - resta una donna. Il dono di Rebecca infatti non è la storia di un personaggio al limite, ma la storia di una donna moderna che conduce la vita di ogni giorno, e che a causa di un passato a lei sconosciuto, si trova a dover fare i conti non solo con la realtà che vivono e percepiscono tutti, ma anche con qualcosa di più sottile, una realtà inaspettata, ma viva, vibrante e presente, fatta di gioie e dolori, di storie e di vita. Proprio per questo motivo Il dono di Rebecca non è solo un romanzo sulle vibrazioni, sulla percezione extrasensoriale, su un dono unico e raro, ma soprattutto un romanzo sull'uomo, sulle sue paure, le sue scelte, sulla morte e sulla vita oltre la morte. Perché Rebecca non subisce il suo destino, ma lo trasforma in una serie di meravigliose opportunità.
Decisamente commovente e vibrante.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 138 millisecondi