:: Home » Numeri » #120 » MUSICA » Vasco, Le mie canzoni
2005
25
Giu

Vasco, Le mie canzoni

media 2.5 dopo 4 voti
Commenti () - Page hits: 8150

Vasco, Le mie canzoni

Il mese scorso è uscito "Vasco, Le mie canzoni", un cofanetto composto da un libro con tutti i testi delle sue canzoni dal 1978 ad oggi ed un fantastico DVD contenente pezzi in versione live presi dai suoi numerosi concerti, ma la parte più interessante è un lunghissimo reportage su ciò che avviene prima, dopo e durante un concerto live di Vasco Rossi, con interviste a coloro che progettano il palco, a chi prepara i pasti per gli operai che montano "il ragno" e "la gru" dove vengono fissate le apparecchiature (luci, casse e videowall), ai membri del gruppo ed ai loro backliner (coloro che preparano e coccolano i loro strumenti)... il resto non ve lo racconto!
La copertina del cofanetto è in bianco e nero e con una sua foto con espressione molto "seriosa", mentre quella del libro e del DVD hanno una copertina identica, di cartone nero, con "Vasco" scritto in basso rilievo a centro pagina. Il DVD-ROM è di un giallo-verde fluorescente.
Da segnalare che il libro contiene la seguente scritta "L'autore devolverà i proventi della vendita di questo libro in beneficenza". Il prezzo per portarsi a casa questa "chicca" è in media di 26€ e, considerando quanto contiene, devo dire che è un prezzo ottimo e a portata di tutte le tasche, soprattutto di quelle di chi potrebbe fare di questo il proprio "testo sacro".
Sfogliando le prime pagine, troviamo come di consueto l'indice del libro, che ci elenca le ben oltre 130 canzoni contenute nei suoi Album in 26 anni di carriera. Segue una prefazione di 3 pagine che ci racconta della sua vita artistica, e già ci regala una curiosità, riportando il versetto che presento all'esame per ottenere il diploma di compositore presso la S.I.A.E, "L'inverno passerà, passerà... vedrai che primo o poi la primavera lo vincerà".
Dei suoi inizi come DJ nelle discoteche e poi alla radio, e di quanto amasse ascoltare i cantautori italiani del calibro di De Andrè, Bennato, Guccini e De Gregori.
Seguono poi le oltre 300 pagine con i testi delle sue canzoni, raggruppate per album ed in ordine cronologico, condite con commenti, rivelazioni e curiosità, a volte sull'intero album altre sulla singola canzone.
Si possono così scoprire molte cose interessati, in "Una Canzone Per Te", per esempio, racconta ciò che è avvenuto quando ha rivelato ad una ragazza che "Alba Chiara" era stata scritta per lei ("una canzone per te.. come non ci credi, è?"), o che da tempo gli girava per la testa un ritornello "Va Bene, Va Bene così" e che è partito così a scrivere poi tutta la canzone.
Non mancano frasi di riflessione "Mi diverto molto a prendermi in giro, a denudarmi davanti a tutti e a confessare le mie debolezze e i miei errori. Trovo una solidarietà che mi entusiasma e mi consola. Siamo esseri inutili e imperfetti travestiti da saggi e arroganti artefici del nostro destino. Ci raccontiamo balle tutto il giorno!".
Si scopre anche, che Vasco, oltre ad essere bravissimo a descrivere con poche parole una situazione od uno stato d'animo, abbia anche sempre ricercato rime, tempi e cadenze non scontate, ed abbia fatto un gran uso di punteggiatura (punti di sospensione o esclamativi) per rimarcare ancora meglio certi concetti. Un altro commento curioso, è quello che  esclamò sua madre, quando gli fece ascoltare la canzone "Gabry": "Non fai altro che ripetere la parola Gabry!"
Ancora più curioso il commento finale "Ringrazio il cielo e la chitarra *" , l'asterisco riporta ad una nota a piè di pagina, che precisa che la chitarra in questione è una "Martin" che nel 1978 Vasco non si poteva permettere, decise quindi di barattarla con il 50% dei proventi del nuovo album che stava preparando ("Ma cosa vuoi che sia una canzone") con Alan Taylor (Musicista inglese trasferitosi da tempo a Bologna), che risulta così co-autore dell'album, e Vasco riporta "Sono ancora convinto di aver fatto un buon affare!"
Mi sentirei di consigliare questo cofanetto anche a chi non ha una grande stima di Vasco Rossi, potrebbe cambiare idea, e magari apprezzare certe sue poesie..

" Una Canzone per Te "
 by Vasco Rossi

Una canzone per te?!?
Non te l'aspettavi eh?
E invece eccola qua
come mi e` venuta... E chi lo sa
le mie canzoni nascono da sole...
vengono fuori gia` con le parole...

Una canzone per te?!?
e non ci credi eh??
Sorridi, abbassi gli occhi un istante
poi dici "non credo d'essere cosi` importante!"
ma dici una bugia... e infatti scappi via...

Una canzone per te?!?
Come "non e` vero"? sei te!
Ma tu non ci riconosci neanche...
"lei" e` "troppo chiara" e tu sei gia` "troppo grande"
e io continuo a parlare di te... e chissa` poi perche`????

Ma le canzoni son come i fiori
nascon da sole, sono come i sogni
e a noi non resta che scriverle in fretta
perche` poi svaniscono...
e non si ricordano piu`!!!!

Libro: 320 pagine.
DVD: 100'  FORMATO: 4:3 AUDIO: Italiano SOTTOTITOLI: NO REGIONE: 0 (Free)

Mauro Massari

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Mauro Massari
Nato nel 1975. Attualmente lavora come Tecnico Informatico presso una software house. Appassionato di Tecnologia, Elettronica e musica (adora U2 e Vasco). Fin da piccolo è affascinato dai PC, dalla possibilità di programmarli e diventano il suo passatempo numero uno, compreso l'ambito ludico. Adora gli animali ed i film ben fatti.
MAIL: mauro_mass@hotmail.com
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 208 millisecondi