:: Home » Numeri » #117 » CINEMA » Constantine
2005
25
Mar

Constantine

media 5 dopo 1 voti
Commenti () - Page hits: 18k
Constantine

Hellblazer è uno dei più bei fumetti che la casa editrice DC-Vertigo abbia mai creato. Vertigo raccoglie la linea matura della produzione della casa editrice di Batman, ed ha pubblicato negli anni capolavori come Sandman, Preacher ed - appunto - Hellblazer. Questo riadattamento cinematografico era atteso dai fan del fumetto per una serie di motivi, primo fra tutti il clamore suscitato dal rifiuto di Alan Moore, creatore del fumetto, di non riconoscere l'ufficialità di questo film a causa delle licenze che il regista si prese in fase di sceneggiatura.
Tutte queste modifiche fatte rispetto alla trama originale sono irrilevanti dal punto di vista dell'entertainement, per lo spettatore vedere il film ambientato nella Londra del fumetto o nella Los Angeles scelta dal regista fa poca differenza. Quello che è stato mantenuto a mio parere è lo spirito del fumetto: John Constantine non è un buono, è un bastardo che è obbligato a combattere il male.
E Keanu Reeves è molto bravo a rendere l'idea del personaggio dannato, che si cela dietro ad una scorza di cattiveria generata più che altro dall'istinto di sopravvivenza di fronte a situazioni sovrannaturali.
Il film ha una trama che attinge a piene mani dalla religione cristiana, risultando una sorta di fantathriller a sfondo religioso che potrebbe, in alcuni frangenti, urtare i più sensibili, ma scorre molto bene tenendo l'attenzione dello spettatore alta, sia per le ciniche battute di Constantine che per le scene d'azione, davvero ben realizzate.
Rachel Weizs si comporta molto bene davanti alla cinepresa (molto meglio che in "La Mummia), cosi come i comprimari. Tutto il cast si è rivelato azzeccato ed ha fatto il suo lavoro egregiamente.
Non si tratta del solito film sui demoni, non è un polpettone come "La Nona Porta", e non è retto in piedi dagli effetti speciali.
Constantine è un bel film, che vi farà venir voglia di investire qualche euro nel fumetto da cui è tratto (e saranno euro investiti bene). Decisamente consigliato.
Ultima nota : ho scelto di non fare accenni alla trama per non rovinare la visione del film, la trama è decisamente ricca ed avrei corso il rischio di rivelare troppo.

Simone Bonetti
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Simone Bonetti
Nato nel lontano 5 maggio 1977, il prode Bonetti si destreggia tra le campagne di Spilamberto e le incursioni nella ''metropoli'' Modena. Si crea una cultura fumettistica già da bambino, quando legge quintali e quintali di Topolino ereditati dai genitori. Percorso che si evolve fino a portarlo a leggere Garth Ennis colo suo ''Punitore''. Appassionato di libri di ogni genere, si fa portabandiera del genere fantasy soprattutto dopo l'inizio della sua ormai quindicinale esperienza di giocatore diruolo, con la mitica edizione di ''Dungeons & Dragons'' della Editrice Giochi.

La sua vita ha sempre avuto una colonna sonora, se il primo walkman si distrusse passando pezzi di Battiato, il secondo andò in frantumi con AC DC e Iron Maiden . Ha cercato di avere una cultura musicale discretamente vasta e variegata, grazie soprattutto alla sua insaziabile curiosità, ad alcuni amici (Grazie Cesare! Grazie Stefano!) ed all'interesse per le manifestazioni che chiamano in causa gruppi locali. Recentemente ha partecipato all'iniziativa ''Fresh'' dell'Unione Terre di Castelli. Di professione è un chimico tecnico dell'ambiente e della sicurezza che lavora in ceramica. Grande appassionato di basket ed hockey.

 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 138 millisecondi