:: Home » Numeri » #183 » MUSICA » Intervista con i Torpedo
2010
11
Ott

Intervista con i Torpedo

media 3.65 dopo 128 voti
Commenti () - Page hits: 3850
 
I Torpedo sono un quintetto krautrock di provenienza svedese. Formatisi a Stoccolma nel 2005, i Torpedo sono il chitarrista Pontus Levahn, il cantante Andreas Hogby, il tastierista Love Martinsen, il bassista Erik Welén e il batterista Martin Karlsson. La indie band svedese sta lavorando al secondo album dopo "In assembly line" del 2007: si tratta di "We", un concept basato su un racconto utopico-distopico del moscovita Yevgeny Zamyatin. Novella che influenzerà per altro 1984 di George Orwell. Nel mese di settembre è uscito il singolo "An invention", prodotto da Justin Timberlake (già superstar della boy band  N Sync nonché attore e ballerino di notorietà internazionale). "An invention", che fa anche da sottofondo allo spot della nuova Audi A1, è dunque un incontro molto insolito tra forze creative diametralmente opposte, tra il mondo riservato e indipendente della band scandinava ispirata ai Neu!, al Bowie periodo Thin White Duke, agli Echo And The Bunnymen, e quello di dell'entertainment universale e di successo della Hollywood-Los Angeles. "An invention" è un bel brano che rammenta gli Arcade Fire nelle vesti più rock.
 


 
Davide
Hi Torpedo, glad to meet you. "An invention"… A single and a 45 seconds medley of "An invention" for the "Next Big Thing" Audi TV commercial. it is the first time you have worked with a producer… Why Justin Timberlake? How did this collaboration worked? What have you found in common with him?
 
Ciao Torpedo, lieto di incontrarvi. "An invention"… un singolo e un medley di 45 secondi di "An invention" per lo spot pubblicitario dell'Audi A1, "the next big thing". È la prima volta che avete lavorato con un produttore… perché Justin Timberlake? Come ha funzionato questa collaborazione? Cosa avete trovato in comune con lui?
 
Torpedo
Obviously it was weird for five bearded Swedish guys playing vintage synthesizers to walk into the famous "We are the world-studio" working with a superstar like Justin. But while recording we were all superstars, facial hair and nationality put aside. We even shared a lot of musical influences. David Bowie for instance. But where he likes his flamboyant Ziggy Stardust years, we like the experimental and dark Berlin albums the most. Justin is a great guy and super talented. The Einstein of pop melodies.
 
Ovviamente era ammaliante, per cinque ragazzi svedesi barbuti che suonano sintetizzatori vintage, l'idea di entrare nel famoso studio di "We are the world", lavorando con una superstar come Justin. Ma mentre stavamo registrando eravamo tutti delle superstar, modo di portare i capelli e nazionalità a parte. Abbiamo perfino condiviso un mucchio di influenze musicali. David Bowie a esempio. Ma mentre a lui piace il periodo dello sgargiante Ziggy Stardust, noi preferiamo il periodo sperimentale e oscuro degli album berlinesi. Justin è una grande persona e ha un talento superlativo. È l'Einstein delle melodie pop.
 
Davide
Your next second album is a dark concept about "We", a dystopic novel by Yevgeny Zamyatin. I have read that you are writing a soundtrack to the apocalypse and that you are preparing yourselves for it… as it was the only way for a break down and then the reconstruction of a new different (better) world. The word Apocalypse (ἀποκάλυψις - apokalypsis) means "lifting of the veil", a disclosure of something hidden from the majority of mankind in an era dominated by falsehood and misconception… What kind of disclosure of future events do you imagine?
 
Il vostro secondo album è un concept dark basato su "We" ("Noi"), un racconto distopico di Yevgeny Zamyatin. Ho letto che state scrivendo la colonna sonora dell'apocalisse e che vi state preparando ad essa… come se fosse l'unico modo per demolire e poi ricostruire un nuovo mondo (migliore). La parola Apocalisse (ἀποκάλυψις - apokalypsis) significa "sollevare il velo", il dischiudere qualcosa di nascosto alla maggior parte dell'umanità in un'era dominata dalla falsità e dalle idee sbagliate… Che tipo di rivelazione dei futuri eventi immaginate?
 
Torpedo
Torpedo is your doom prophet, your street corner mad man screaming that our days are numbered. It's obvious that the world as we know it won't last for more than a handful of dacades. The great collapse is inevitable. You see new signs everyday. Look at the economy, look at the melting polar ice. And when we run out of oil our days will surely be numbered.
But there is definitely light at the end of the tunnel. We just need stick together and help each other through the years of draught, desert and wasteland. A better world will be waiting on the other side. Our album is about that.
 
Torpedo è il vostro profeta del Giorno del Giudizio, l'uomo folle all'angolo della vostra strada che urla che I nostri giorni sono contati. È ovvio che il mondo come lo conosciamo non durerà per più di una manciata di decadi. Il grande collasso è inevitabile. Puoi vederne i segnali ogni giorno. Guarda all'economia, considera lo scioglimento dei ghiacci polari. E quando avremo esaurito il petrolio, I nostri giorni saranno sicuramente contati.
Ma c'è una luce definitiva alla fine del tunnel. Dobbiamo soltanto unirci e aiutarci negli anni di sete, deserto e terre sterili. Un mondo migliore ci aspetterà dall'altra parte. Il nostro disco è su tutto questo.
 
Davide
"We"… when is it released? Anticipations about?
 
"We"… quando sarà pubblicato? Anticipazioni al riguardo?
 
Torpedo
"We" is released in March 2011. The  D-day of the 21st century.
Before that our next single "Waiting for the fall" will be out (November 29th) together with a longer sequel to the video trailer for "An invention". A new chapter in our expedition through an apocalyptic world.
"We" is a dark but hopeful mix of cosmic krautrock and electronic popmusic.
 
"We" uscirà a marzo del 2011. Il D-day del ventunesimo secolo.
Prima uscirà il nostro prossimo singolo "Waiting for the fall" (29 novembre) insieme a un più lungo sequel del video trailer di "An invention". Un nuovo capitolo della nostra spedizione attraverso il mondo apocalittico. "We" è un mix sia dark, sia speranzoso di krautrock e popmusic elettronica.
 
Davide
Do you like to be described as "Kraftwerk with a heart"? Or is it better to say that you have Kraftwerk (and krautrock) in your hearts? Why?
 
Vi piace essere definiti come i "Kraftwerk con un cuore"? O è meglio dire che avete I Kraftwerk (e il krautrock) nei vostri cuori? Perché?
 
Torpedo
The only thing that kept Kraftwerk from being the best band in the history of music was the lack of a beating heart. We bring that and a few guitars. You do the math. 
 
La sola cosa che ha impedito ai Kraftwerk di essere la migliore band della storia della musica è stata la mancanza di un cuore che batte. Noi lo portiamo oltre un po' di chitarre. Traetene voi le conclusioni.
 
Davide
I have read that you recorded "An invention" in the Charlie Chaplin's studios in Los Angeles, the same that were the headquarters of A&M records… Is it right? A Chaplin's echo beginning so: …I'm sorry, but I don't want to be an Emperor – that's not my business. I don't want to rule or conquer anyone. I should like to help everyone, if possible — Jew, gentile, black man, white. We all want to help one another; human beings are like that. We want to live by each other's happiness — not by each other's misery… What about your togertheness and the Scandinavian mentality of helping each other? What is a group for you?
 
Ho letto che avete registrato "An invention" negli studi di Charlie Chaplin a Los Angeles, gli stessi che furono il quartiere generale della A&M records… Giusto? Una eco di Chaplin che inizia così: …mi dispiace, ma io non voglio fare l'Imperatore, non è il mio mestiere. Non voglio governare, né conquistare nessuno. Vorrei aiutare tutti se possibile: ebrei, ariani, neri o bianchi. Noi tutti vogliamo aiutarci vicendevolmente. Gli esseri umani sono fatti così. Vogliamo vivere della reciproca felicità, ma non della reciproca infelicità… Cosa pensate del vostro stare insieme e della mentalità scandinava dell'aiutarsi reciproco? Cos'è un gruppo per voi?
 
Torpedo
The individual is a very lonely being. We all need companions to live and sometimes even survive. Torpedo is our collective, a unit of people you can always count on through hard times, through brighter times. This is something we learned at a very young age. If it comes from the Swedish, now unfortunately dying, welfare system, from your parents or just from the very core of human kind – I'm  not sure. But one thing I do know is that Chaplin was right.
 
L'individuo è un essere davvero solo. Noi tutti abbiamo necessità di compagni per vivere e a volte perfino per sopravvivere. Torpedo è il nostro collettivo, una unità di persone su cui puoi sempre contare sia nei momenti più difficili che in quelli più brillanti. È qualcosa che abbiamo imparato da molto giovani. Non sono sicuro se ciò sia derivato dallo stato sociale svedese, ora sfortunatamente agonizzante, dai parenti o dal più intimo cuore dell'umanità. Ma una cosa so, che Chaplin aveva ragione.
 
Davide
When you toured Europe, you have worked at the mixing board used to record David Bowie's Heroes… Wow! What kind of "ghosts" from Bowie's Berlin era have you materialized with it?
 
Quando siete stati in tournée in Europa, avete lavorato al mixer usato per registrare Heroes di David Bowie… Caspita! Che genere di "fantasmi" dell'era berlinese di Bowie avete materializzato attraverso di esso?
 
Torpedo
Yeah, the old mixing board of the classic studio in Montreaux once owned by Frank Zappa and Queen has now a found a new home in Svenska Grammofonstudion in Gothenburg where we recorded our upcoming album.
As I told you earlier, we're big Bowie fans and knowing the tunes of the Brian Eno produced album "Heroes" once were flowing through its system was truly inspiring. I think the B-side of that LP really coloured alot our albums cosmic instrumentral parts. Great feeling. Thanks DB, we owe you!
 
Sì, il vecchio mixer dello studio di Montreaux un tempo appartenuto a Frank Zappa e ai Queen si trova adesso negli Svenska Grammofonstudion a Gotheburg dove abbiamo registrato il nostro prossimo album.
Come ho detto prima, noi siamo grandi fans di David Bowie e sapere che le melodie dell'album prodotto da Brian Eno, Heroes, un tempo sono fluite attraverso questo sistema è una cosa davvero ispiratrice. Penso che il lato B di quel disco abbia dato molto colore alle parti strumentali dei nostri lavori. Grande feeling. Grazie DB, siamo in debito!
 
Davide
Torpedo is an explosive missile launched above or below the water surface, propelled toward a target, and designed to detonate on contact with, or in proximity to, a target. Well, what-which is your target? What kind of "explosion" as release of energy or evolution of "heat" do you mean or hope to cause in people listening to your music?
 
Torpedo è un missile esplosivo lanciato al di sopra o al di sotto della superficie dell'acqua, propulso verso un obiettivo, e progettato per detonare a contatto con o in prossimità di un bersaglio. Bene, qual è il vostro bersaglio? Che tipo di esplosione in quanto rilascio di energia o evoluzione del calore intendete o sperate di causare nelle persone che vi ascoltano?

Torpedo
Energy has always been an important part of Torpedo. Especially in our live show. That is where our bomb, our torpedo, detonates. After listening to our album you've only seen half of Torpedo. A live show is like a lie-detector. That is where you'll find the truth about a band. And we're a very honest band.
 
L'energia ha sempre avuto un significato importante per I Torpedo. Specialmente nei nostri concerti. È là che la nostra bomba, il nostro Tropedo, esplode. Dopo aver ascoltato il nostro album voi avete conosciuto solo metà dei Torpedo. Un concerto è come una macchina della veritò. È quello il luogo dove scoprirai la verità su una band. E noi siamo una band molto onesta.
 
Davide
Big success now is here or is here to come soon… Every child is an artist. The problem is how to remain an artist once he grows up, said Pablo Picasso. What is growing up in art and how to keep art in its initial pure state according to you?
 
Il grande successo adesso è qui o è qui per venire molto presto… "Ogni bambino è un artista. Il problema è come rimanere un artista quando cresce", disse Pablo Picasso. Cos'è per voi crescere artisticamente e come, secondo voi, si mantiene l'arte nel suo stato di purezza iniziale?
 
Torpedo
Having companions you trust around you really makes the difference. We guard our musical integrity together like a lioness guards her prey. I think it would be a lot harder on your own.
 
Avendo intorno dei compagni di cui ti fidi fa la vera differenza. Noi sorvegliamo insieme la nostra integrità musicale come una leonessa guarda la sua preda.  Da soli sarebbe molto più difficile.
 
Davide
What do you think and like of Italy? Had you ever come or will you come here?
 
Cosa pensate o cosa vi piace dell'Italia? Ci siete mai venuti o vi verrete?
 
Torpedo
Italy never let's you down. It's always as beautiful as you remember it from last time. We've all visited Italy but never on a tour. Hopefully we can make our way down there soon and enjoy the riches of your amazing country.
 
L'Italia non ti delude mai. È sempre bella come la ricordi dall'ultima volta. Noi tutti abbiamo visitato l'Italia ma mai in concerto. Speriamo di farci strada anche laggiù al più presto e di gioire delle ricchezze del vostro meraviglioso paese.
 
Davide
What is next?
 
Cosa verrà dopo?
 
Torpedo
The end.
 
La fine.
 
Davide
Thanks a lot and… à suivre!
 
Un grazie a Marco Di Milia e a Paola Conforti.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Davide Riccio
Davide Riccio, di Torino, educatore, musicista polistrumentista, compositore e giornalista. Ha collaborato con molti musicisti italiani e internazionali. Ha scritto poesie, racconti e saggi, che ha pubblicato su antologie e riviste sparse dal 1983 ad oggi (tra le ultime opere pubblicate “Il Musico David Rizzio” (biografia, ebook, 2006), “Povertssiment” (Genesi 2006), “Sversi” (Libellula, 2008), Neumi, cantus volat signa manent – La musica che lascia il segno (con cd di autori vari, Genesi-Into my Bed-Unamusica 2011). Dal 1998 è stato inquirente e articolista ufologo, copywriter in pubblicità e giornalista (il settimanale La Val Susa, il quotidiano Torino Sera, e il mensile Oblò di Livorno) occupandosi di cultura in genere e divulgazione.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 122 millisecondi