:: Home » Numeri » #46 » VARIE » Non tutti sanno
1998
25
Ott

Non tutti sanno

Commenti () - Page hits: 2900
Non tutti sanno…

…perché l'acqua, avvicinandosi al bollore, emette un suono sibilante che poi si attenua quando raggiunge l'ebollizione?
Sul fondo caldo del recipiente si formano miriadi di micro-bollicine, aggregazioni di molecole di vapore acqueo. Quando la bollicina scoppia oppure si stacca da fondo, produce un piccolissimo schiocco; la sovrapposizione di milioni di schiocchi è l'origine del suono sibilante.

…che il giallo e il marrone sono lo stesso colore.
Infatti giallo e marrone hanno la stessa lunghezza d'onda (582nm per il giallo e 584nm per il marrone) ma luminosità diverse, rispettivamente del 63% e del 20%. E' per questo che un oggetto giallo risulta marrone se visto all'ombra.

…che c'è un fondamento di verità nella frase "questo detersivo lava più bianco del bianco".
Alcuni detergenti contengono delle sostanze fosforescenti che assorbono radiazione ultravioletta riemettendola a frequenza più bassa, cioè nella regione del blu. Per un effetto ottico, la luce bianca arricchita di blu risulta più brillante e pulita rispetto al bianco normale.

…perché in un ambiente buio vediamo gli oggetti in bianco e nero?
Nell'occhio si trovano due tipi di fotoricettori: i coni e i bastoncelli. Questi ultimi sono praticamente insensibili alla lunghezza d'onda della luce (quindi al suo colore), ma sono sensibilissimi alla luminosità. Quando l'illuminazione scende a livelli molto bassi, arrivano al cervello soltanto le immagini raccolte dai bastoncelli che contengono solo informazioni sulla lunosità ma sono indefinite per quanto riguarda il colore.

…che la pastasciutta cotta in un rifugio di alta montagna risulta generalmente scotta.
Infatti in alta quota la pressione atmosferica molto ridotta rispetto al livello del mare (anche del 30%) fa abbassare la temperatura di ebollizione dell'acqua fino a 85-90 gradi. Spesso questo problema viene risolto cuocendo la pasta a pressione.

…il rumore del mare che si sente in una conchiglia altro non è che una manifestazione dell'effetto di risonanza.
A causa della sua forma, una conchiglia genera dei fenomeni di risonanza che tendono ad amplificare tantissimo certe frequenze (fino a rendere udibili suoni tanto piccoli che normalmente non riusciamo a percepire) togliendone completamente delle altre.

Thomas Serafini
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Thomas Serafini

Thomas Serafini, nato il 12/3/1977, è iscritto all'ultimo anno della facoltà di Matematica a Modena. Lavora come sviluppatore software ed è un musicista dilettante. Su KULT Underground si occupa della parte musicale e cura articoli divulgativi a carattere matematico/scientifico.


MAIL: thomas@kultunderground.it
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 165 millisecondi