:: Home » Numeri » #70 » MUSICA » The Offspring - Conspiracy Of One
2000
25
Dic

The Offspring - Conspiracy Of One

Commenti () - Page hits: 3250
The Offspring
Conspiracy Of One

Di tanto in tanto è bello essere smentiti. Non troppo tempo fa pensavo a come gli Offspring avessero dimenticato la formula magica che aveva contraddistinto il loro capolavoro Smash, o quantomeno fossero venuti più evidentemente a patto con esigenze commerciali che avevano finito per far perdere mordente alla loro musica. Bene, Conspiracy Of One ci restituisce invece un gruppo assai vicino a quello del periodo aureo, caratterizzato com'è da una ritmica implacabile ed una nutrita serie di brani assolutamente ineccepibili. Sebbene non più giovanissimi, Dexter Holland (voce e chitarra), Noodles (chitarra), Greg K (basso) e Ron Welty (batteria) tirano fuori una grinta da far invidia a molti gruppi in erba che oggi si avviano a seguirne le orme.
Depurata da ogni tentazione anche lontanamente ska, la musica degli Offspring torna a muoversi nell'ambito di un punk rock potente e muscolare eppur non scevro di spunti melodici, senza peraltro che questi suonino ruffiani come accadeva talvolta in Americana. La band è riuscita poi a recuperare anche qualcosa del sottovalutato Ixnay On The Hombre (l'album che aveva fatto da ponte fra i già citati Smash ed Americana): impossibile non accostare Denial, Revisited all'indimenticabile Gone Away che di quell'album fu uno dei singoli e mostrò un gruppo capace di aprirsi anche alla forma della ballata (seppur interpretata come solo un gruppo punk potrebbe…). All'estremo opposto troviamo la violenta energia stradaiola di One Fine Day o l'aggressività della title-track Conspiracy Of One; a metà strada invece un numero non indifferente di brani solidi, dall'incedere implacabile e tremendamente efficace, come Million Miles Away, Living In Chaos o Special Delivery.
Soldi spesi bene, quelli per Conspiracy Of One: a questo punto attendiamo con impazienza anche l'arrivo del tour…

The Offspring
Conspiracy Of One
(Columbia, 2000)


Fabrizio Claudio Marcon
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Fabrizio Claudio Marcon
Fabrizio Claudio Marcon, è nato e residente a Milano, dove si è laureato in Lettere moderne presso l'Università degli Studi... è grande appassionato di musica rock, coscienzioso epistolografo, filosofo da pub, lettore dai gusti poco comuni, solitario ma amante della conversazione di qualità, vegetariano, ritrattista dilettante... si è reso fin qui autore di recensioni e retrospettive musicali, articoli di divulgazione scientifica, resoconti di viaggio, aforismi & poesie... ringrazia sentitamente H. P. Lovecraft, Greg Graffin & Henry Rollins per l'ispirazione intellettuale fornitagli nel corso degli ultimi anni.
MAIL: f.c.marcon@virgilio.it
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 131 millisecondi