:: Home » Numeri » #70 » SUSSURRI » NuoveVecchie 160
2000
25
Dic

NuoveVecchie 160

Commenti () - Page hits: 2650
NuoveVecchie 160

Centosessanta. Parole per attimi dimenticati di ieri dimenticati. Vita inedita vissuta il giorno di nessuno riemerge inaspettata attraverso undici pezzi di specchio infranto. Il coraggio di rileggersi scalfisce a malapena il gigante di marmo, paura inspiegabile che sovrasta un passato incancellabile di tempo trascorso, strade percorse. Treni in corsa, mentirsi sull'ora, il giorno, il luogo e la gente. Scusami.

7.
Perchè tutta questa
distanza?
Non voglio perdere
la tua direzione.
Aspetto la strada,
immobile sul ciglio
Dimmi che
le prossime ore
Mi daranno
un nuovo orizzonte
(15/2/99)
8.
Alito caldo
di falsa stagione,
giungerà il vento del nord
Istanti congelati,
sempre esistiti.
Ricordi che senza,
temperature
vicine allo zero.
(07/02/99)
9.
L'assenza
al prossimo appuntamento
non può mutare
strade segnate.
Nuove albe
ci sorprenderanno.
Cieli
di città sconosciute.
(28/01/)

Enrico Miglino
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Enrico Miglino
Enrico Miglino è nato a Torino, il 10 marzo 1961. Vive e lavora a Collegno. Continua imperterrito a scrivere le proprie storie. Esse non gli appartengono, è prigioniero dei personaggi in ciascuno dei quali abbandona un pezzo dei suoi piccoli dolori. Forse un giorno starà meglio.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 131 millisecondi