:: Home » Numeri » #71 » SUSSURRI » NuoveVecchie 160
2001
25
Gen

NuoveVecchie 160

Commenti () - Page hits: 3750
NuoveVecchie 160

Centosessanta. Parole per attimi dimenticati di ieri dimenticati. Vita inedita vissuta il giorno di nessuno riemerge inaspettata attraverso undici pezzi di specchio infranto. Il coraggio di rileggersi scalfisce a malapena il gigante di marmo, paura inspiegabile che sovrasta un passato incancellabile di tempo trascorso, strade percorse. Treni in corsa, mentirsi sull'ora, il giorno, il luogo e la gente. Scusami.

10.
La curiosità discretamente
aspetta una telefonata.
Desidera partecipare
al tuo niente di nuovo
salvare i nostri personaggi
per futuri sogni
Domani irrequieti.
(29/01/99)
11.
Ho bisogno dell'impalpabile
Freddo nelle ossa,
emozione di raccontare
nuove storie
Sapere
se ancora so scrivere
Presto troverò nuovi spazi
per il sonno
(21/01/99)

Enrico Miglino
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Enrico Miglino
Enrico Miglino è nato a Torino, il 10 marzo 1961. Vive e lavora a Collegno. Continua imperterrito a scrivere le proprie storie. Esse non gli appartengono, è prigioniero dei personaggi in ciascuno dei quali abbandona un pezzo dei suoi piccoli dolori. Forse un giorno starà meglio.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 155 millisecondi