:: Home » Numeri » #73 » MUSICA » Hardcore Superstar
2001
25
Mar

Hardcore Superstar

Commenti () - Page hits: 3400
Hardcore Superstar
Bad Sneakers And A Piña Colada


Rock'n'roll is dead? Non se ne parla proprio, e non se ne parlerà almeno fino a quando gruppi come gli Hardcore Superstar saranno in circolazione e tributeranno il loro sanguigno omaggio a questo genere musicale: dopotutto "I sold my soul to rock'n'roll" è proprio quello che Jocke Berg urla nel ritornello di Have You Been Around
Negli ultimi anni la Svezia ha regalato al panorama mondiale ben più di un gruppo di vaglia, se pensiamo che a tenere alta la bandiera del rock più viscerale ed energico, ibridandolo talvolta con la forza se possibile ancora più grezza del punk, ci sono attualmente bands quali gli Hellacopters o gli Hives. Gli Hardcore Superstar si inseriscono pertanto in un solco già scavato, ma non per questo vi si adagiano mollemente… la loro musica è schietta, robusta, veloce ed innervata di melodia allo stesso tempo: vi si possono cogliere reminescenze degli Aerosmith meno zuccherosi, dei Rolling Stones più sfacciati, dei Guns'n'Roses dei tempi d'oro. Nessun brano sfora di molto il limite dei tre minuti, a tutto vantaggio della freschezza e del ritmo, che infatti non accusa pause. Berg, che per aspetto fisico, look e movenze potrebbe essere il figlio arrabbiato di Mick Jagger, canta a squarciagola dall'inizio alla fine dell'album, e se alla sua voce fa difetto forse l'ecletticità dello stesso Jagger o di uno Steven Tyler, non mancano sicuramente ne' potenza ne' incisività: la band lo segue compatta e fornisce il background sonoro ideale per la sue performance.
Che dire di più? Lasciarsi alle spalle le produzioni troppo raffinate ed i brani edulcorati per tuffarsi nel fiume del vero rock, laddove la corrente è più impetuosa, è senza dubbio esercizio salutare che consiglierei a chiunque.

Hardcore Superstar
Bad Sneakers And A Piña Colada
(Music For Nations, 2000)

Fabrizio Claudio Marcon
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Fabrizio Claudio Marcon
Fabrizio Claudio Marcon, è nato e residente a Milano, dove si è laureato in Lettere moderne presso l'Università degli Studi... è grande appassionato di musica rock, coscienzioso epistolografo, filosofo da pub, lettore dai gusti poco comuni, solitario ma amante della conversazione di qualità, vegetariano, ritrattista dilettante... si è reso fin qui autore di recensioni e retrospettive musicali, articoli di divulgazione scientifica, resoconti di viaggio, aforismi & poesie... ringrazia sentitamente H. P. Lovecraft, Greg Graffin & Henry Rollins per l'ispirazione intellettuale fornitagli nel corso degli ultimi anni.
MAIL: f.c.marcon@virgilio.it
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 130 millisecondi