:: Home » Numeri » #77 » RPG » Il Golem
2001
25
Lug

Il Golem

Commenti () - Page hits: 3450
Il Golem

Il compagno più fedele e sicuro da portare con sè quando si attraversano lande pericolose o castelli pieni di trappole mortali è sicuramente non umano: nella fattispecie, niente è meglio di un bel Golem! Obbedisce ad ogni vostro ordine, non sente caldo, fame, fatica, dolore... inoltre è solitamente dotato di una grande forza fisica.
Nella mitologia ebraica il Golem è un simulacro di argilla foggiato in forma umana dal maestro di magia, che gli dà poi vita scrivendo una lettera dai poteri magici sulla sua fronte. Il motivo per cui veniva creato questo essere mostruoso era solitamente la persecuzione implacabile dei propri nemici. L'unico modo per disfarsi di un Golem era cancellare la sillaba che gli dava la vita.
Nel mondo di
B.L.O.O.D.1 esistono vari tipi di golem, ma tutti sono opera di magia. Esistono vari modi per creare dalla materia inerte questi infaticabili automi. il più semplice prevede l'uso di appositi semi magici, neri e delle dimensioni di un nocciolo di pesca o di un'oliva, che devono essere seppelliti sotto circa 10 centimetri di terra all'aria aperta. Dopo circa 15 minuti dal terriccio sale una protuberanza che si fa ben persto sempre più pronunciata, fino a cha prende la forma di un umanoide dai tratti molto rozzi di circa due metri e venti di altezza. Non appena il processo di formazione è terminato, avviene l'imprinting, ovvero il Golem riconosce come suo unico signore e padrone la prima persona che gli si para davanti. Da qual momento prenderà ordini soltanto da lui. Un Golem costruito in questo modo è facilmente riconoscibile come non umano (lineamenti e struttura fisica sono appena abbozzati nella nuda terra) e possiede un'intelligenza pari a 4. I comandi verbali che si possono dare ad un Golem sono sempre composti da un numero massimo di parole pari alla sua intelligenza, per cui "prendi la bottiglia piena" sarebbe capito, mentre "scendi le scale di destra" no. Occorre pertanto formulare le richieste in maniera consona alla mentalità del Golem, formulando le frasi nella maniera più semplice possibile.
I semi di Golem si ricavano da quelli di una rara pianta officinale chiamata "niquod" che cresce solamente in altopiani freddi e ventosi. I semi grezzi vengono poi incantati da un mago esperto con un difficilissimo incantesimo. Vista la difficoltà di costruzione, e dato che il prodotto finito non necessità di abilità particolari per essere utilizzato, il costo di questi speciali semi è molto elevato.
Il Golem risulta molto forte, e coi pugni è in grado di infliggere lo stesso danno da botta di una mazza ferrata o di un martello da guerra. E' in grado di resistere fino a 1000 gradi di calore senza subire danni (calore più alto di questo lo distrugge), è immune agli attacchi elettrici, e le armi da taglio e punta infliggono danni dimezzati alla sua struttura. Se gli viene reciso un arto, esso si trasformerà istantaneamente in terra, mentre il Golem ridistribuirà la sua massa in modo da rifomarlo nel giro di 5 minuti (ovviamente perdendo qualcosa in dimensione totale). Occorre un incantesimo apposito per sciogliere il legame che lo tiene in vita e farlo tornare immediatamente ad essere terra. Nemmeno chi lo ha creato, se non conosce questo incantesimo, potrà distruggerlo facilmente.
E' possibile creare golem a partire da altri tipi di materiale inerte, come roccia, ghiaccio, sabbia, metallo, anche se è estremamente più difficile: sono necessari complessi incantesimi e non sono conosciuti mezzi "già pronti" come i semi per i Golem di terra.
I Golem più evoluti sono in grado di accettare comandi molto complessi, ed alcuni hanno persino a disposizione un incantesimo di attacco col quale colpire il nemico (tipicamente un attacco magico basato sulla magia elementale).
Nelle prossima puntata vedremo nel dettaglio i diversi tipi di Golem presenti in B.L.O.O.D.... Per ora buon GDR e buone vacanze a tutti!

Massimo Borri

1
B.L.O.O.D. : Acronimo per "Basic Laws Of Outliving and Destruction", il sistema di regole per il gioco di ruolo creato dall'autore.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Massimo Borri
Massimo Borri, nato il 6 marzo 1971, diplomato alla Scuola di Informatica dell’Università di Modena, attualmente lavora come referente informatico per la stessa università, presso il Dipartimento di Chirurgia della facoltà di Medicina. Si occupa principalmente di fotografia, video editing e grafica 2D e 3D (con Blender 3D), oltre che di consulenza informatica a tutto campo. Innamorato profondamente del Giappone e di tutti gli aspetti della sua cultura, ha come hobby lo studio della lingua giapponese. Adora il gioco del Go con cui cimenta regolarmente assieme agli amici del Go Club del Tortellino. Ama il blues e il rock anni ’70, leggere e disegnare fumetti, il cinema e la letteratura di fantascienza, i giochi di ruolo. Ha scoperto nei libri di Thich Nhat Hanh il volto umano del buddhismo. Si interessa di filosofie orientali, arti marziali (ha praticato karate, taijiquan, kali) e in generale di tutto ciò che porta equilibrio e serenità. Per KULT ha curato in passato le sezioni dedicate a fumetti e animazione giapponesi e alla lingua del sol levante; attualmente scrive recensioni di applicazioni per Ipad.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 108 millisecondi