:: Home » Numeri » #77 » SUSSURRI » A mio figlio Marco
2001
25
Lug

A mio figlio Marco

Commenti () - Page hits: 2450
A MIO FIGLIO MARCO

Ti stringo forte a me, figlio mio
e sento che già ti sto perdendo;
nei tuoi occhi c'è il mio presente
ch'è già passato e non ha... futuro.

Ti prego, figlio mio, ferma il tempo,
non smarrirti solo, per i tristi sentieri
della vita che, spietata t'afferra a sé,
ti seduce: falsa amante dell'età felice.

Mi guardi, mi sorridi: non mi vedi;
s'arresta un sogno nei dolci tuoi occhi:
fantastico sogno di bimbo, reale sogno d'adulto;
allora lentamente, con dolore, apro la mano
e t'offro, timido, spaurito uccellino... la libertà.

Tu esiti ancora; non ti par vero
e ti stringi con forza a me,
mi cerchi ora, interroghi il mio cuore,
ma il mio sguardo però è già lontano

a rincorrer sui verdi sentieri del passato,
il tuo vivo ed eterno ricordo di bambino,
la tua dolcezza, il tuo sorriso, il tuo infinito amore.


Mariacarla Tarantola














 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 1547 millisecondi