:: Home » Numeri » #58 » SPORT » Venite avvoltoi
1999
25
Nov

Venite avvoltoi

Commenti () - Page hits: 2500
Venite avvoltoi

…sono tornati!!! I demagoghi non hanno perso tempo, neanche il buongusto di aspettare qualche giorno che tornano subito alla carica. Cosi è cominciato il classico bla bla.
Sento dire da tutti che " doveva finire cosi". Visto che non sono un esperto, vorrei che qualcuno mi spiegasse il perché. Chiunque si facesse avanti, deve dimostrarmi che nel recente passato ha mantenuto la stessa linea di pensiero, perché è veramente indecoroso che adesso tutti parlano male di Irvine. E' sempre stato considerato un pirla, ed io di conseguenza visto che credevo in lui. Eravamo scomparsi perché beatificati dopo le vittorie di Eddie, lui perché vinceva e io perché l'avevo ipotizzato, ma dopo Suzuka il mondo ha ritrovato i due pirla. Come logica conseguenza di ciò ecco rispuntare fuori gli adepti del tedesco che non aspettavano altro. Ma questa gente senza attributi (troppo comodo parlare adesso) perché non si chiede perché il loro numero 1 quando deve vincere commette errori? e possibile che ancora non abbia capito come si parte?…. Premesso per l'ennesima volta che Schumacher è il numero 1, e vi dirò di più, dopo l'incidente è maledettamente più forte, a Suzuka ha perso un'occasione per conquistare punti nei confronti della gente, non certo in quella dei suoi fedelissimi. Per i festeggiamenti del tedesco cosa dire? Mi piacerebbe sapere se Franco Baresi o Roberto Baggio dopo la finale mondiale persa con il Brasile sono andati a festeggiare con i brasiliani, se qualcuno n'è al corrente, mi scriva. Io da Catanese non festeggerò mai una vittoria del Palermo, ne tantomeno credo che un Modenese festeggi un'eventuale vittoria della Reggiana, traete le vostre conclusioni. Se Schumacher fosse un calciatore, difficilmente uscirebbe dallo stadio dalla porta principale, Maradona che a livello di simpatia non ha nulla da invidiare al tedesco ne sa qualcosa.
Avrei gradito da parte di tutti, stampa compresa - ma le bandiere vanno a secondo di dove tira il vento - più rispetto per Irvine, ha dato tutto quello che poteva, non ha mai detto di essere un fenomeno né ricordo atteggiamenti da essere superiore.
Ha perso il mondiale di soli 2 punti, mentre la storia insegna che l'anno scorso il numero 1 l'ha perso di 14, questi sono dati di fatto, non opinioni.
Forse neanche Irvine si è reso conto di quello che gli stava succedendo. All'improvviso si è ritrovato a lottare per qualcosa a cui non era abituato. Ma chi ha un minimo di onestà deve ammettere che ad Agosto la squadra è andata in ferie, e il direttore sportivo era sempre impegnato al capezzale del figlioccio.
Inorridisco quando sento che la gente si sorprende perché si chiedeva un aiuto a Schumacher,
ma lui non corre per la Ferrari? Nel mio vocabolario alla parola squadra trovo: gruppo che opera insieme. Che abbiano aggiornato il vocabolario senza avvertirmi? O qualcuno non ha ben chiaro il concetto?
Io sono un'idealista, e mi rendo conto che purtroppo non è proprio una bella cosa, ho dei valori e su quelli baso la mia vita. Non esulterò mai per la vittoria di Schumacher, ne tantomeno l'anno prossimo tornerò a Maranello se lui dovesse lottare per vincere il titolo. Mi piace vincere, ma non a tutti i costi e calpestando i sentimenti della gente.
Montezemolo il 4-11-1999 ha dichiarato che l'anno prossimo Schumy, parlerà meno e afferma che è un ragazzo intelligente, neanche il tempo di dubitarne che il 5-11-1999 il tedesco afferma: "Non sono deluso perché Irvine non ha vinto". Sarebbe poco educato dirvi quello che penso, e quello che ho detto, dopo queste dichiarazioni. Mi piacerebbe poi capire cosa intende quando afferma che con Barrichello si troverà meglio di Irvine perché il brasiliano è sposato, mi preoccupo e non poco visto che anche io sono single, oh Michael se è grave fammelo sapere!!!
Tutti hanno già dimenticato la farsa del dopo infortunio, altri dimenticheranno quello che è successo a Suzuka, non ha mai pensato di vincere, tornate ad ascoltare le dichiarazioni prima della gara. C'è addirittura chi si preoccupa del libro che scriverà Irvine, ma lasciate perdere, chi non ha i paraocchi ha visto e sentito tutto, è in grado di giudicare. O per caso qualcuno ha qualcosa da nascondere? Per cortesia siamo seri almeno noi, visto che il tedesco non ci riesce.
A proposito presidente, ho apprezzato la sua reazione quando ha fatto rientrare il malato immaginario, e dopo il "fattaccio" della Malesia. In quel momento era giusto congelare le dimissioni di Todt, ma dopo Suzuka andavano "scongelate", lei stesso ha ammesso che Todt è in preda a " un amore sviscerato per Schumacher", e i risultati si sono visti.
Io spero che l'anno prossimo Eddie a Monza e Imola abbia una grande accoglienza, per tutto quello che ha fatto, con semplicità e simpatia.
Seguirò Eddie con l'affetto di sempre, ma chiaramente vorrei che Rubens Barrichello arrivi a quell'obiettivo sfuggito solo per un soffio da Irvine, sarebbe "immenso".
In caso contrario andrebbe bene che il mondiale lo vincesse chiunque, l'importante per me, è che non sia il tedesco a vincere.
Questo lo pensavo ieri, lo penso oggi e lo penserò domani, io non vado dove tira il vento, e adesso coloro che della demagogia e dietrologia ne fanno una professione, si accomodino pure. Avanti tutta, è arrivato il vostro turno.

Luca Savoca
l.savoca@sincretech.it
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Luca Savoca
Luca Savoca, siciliano, ma residente da anni in provincia di Modena. Ha ricreato la rubrica SPORT su KULT Underground spaziando dal calcio, al volley, alla Formula Uno.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 141 millisecondi