:: Home » Numeri » #75 » SUSSURRI » Qui la mia assenza coltivo
2001
25
Mag

Qui la mia assenza coltivo

Commenti () - Page hits: 2600
La quiete (dopo la tempesta) desiderando

qui la mia assenza coltivo
e la solitudine
e la mente selvatica
rare essenze/essenze sempre più rare veritas nobis dicimus
nell'ora che volge al disìo
nessuna cosa più interminabilmente aspettare
a niente resistendo
quasi ebete e beh beh belando
ritto in piedi gli algidi astri longilineo sostenendo
qualcuno per me al vento parossistico parlando
un tourbillon di parole inesistenti alle stelle volgendo
astri e disastri
la quiete desiderare
la pace perpetua / pax perpetua
l'armonia
carezze dolci il dolore a lenire
dolci carezze e parole lievi trasparenti
lievi veli
veli lievi
brine impalpabili
leggeri sorrisi
baci teneri
abbandono al sonno
tra veglia ed eternità senza confini
impalpabile passaggio all'essenza dell'assenza/all'assenza dell'essenza


Mario Pischedda
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 157 millisecondi