:: Home » Numeri » #80 » COMPUTER » GTA III
2001
25
Nov

GTA III

Commenti () - Page hits: 4200
Benvenuto a Liberty City:
una città pronta a esplodere
dove i lunatici prosperano
dove i sogni cadono a pezzi
dove l'unica parolaccia è "speranza"
dove la tua auto è la nostra auto
(chiudi sempre la porta)
un pessimo luogo di villeggiatura
una fiera di fast food e pistole economiche
ti farà rimpiangere di non essere rimasto a casa
il posto ideale da abbandonare
visitala a tuo rischio e pericolo


Se tutto questo vi può interessare, se state cercando un'esperienza videoludica estrema, che difficilmente riuscirete a dimenticare, allora troverete pane per i vostri denti in

GTA III
(grand theft auto 3)

Dopo i due precedenti episodi nati su PC e convertiti in un secondo tempo su console, Rockstar e DMA Design attuano la strategia inversa, sfornando in esclusiva per PS2 il terzo capitolo di uno dei loro più grandi successi degli anni '90, quel gioco che destò allora interrogativi morali sul ruolo dei videogiochi e che sarà destinato a destarne di nuovi vista l'ambientazione così simile alla realtà. Sì, perché abbandonata la visuale "a volo di uccello" dei due precenti capitoli, in grafica 2D, ora tutto assume una connotazione più realistica grazie all'uso della grafica 3D. Ma partiamo dall'inizio. Impersonerete un criminale che, dopo una rapina in banca, è stato stato tradito16 dalla sua fidanzata18, imprigionato, riesce a fuggire alla polizia durante la liberazione17 di un altro criminale. Ora avrete l'occasione per rintracciare la vostra ex-fidanzata e organizzare la vostra vendetta. Ma per farlo avrete bisogno di amici che vi facciano rientrare nel giro criminale della città: ed è quello che dovrete fare nelle settantina circa di missioni che vi attendono in questo gioco. Grazie alle raccomandazioni di un vostro compagno di fuga, potrete rientrare nel giro malavitoso di Liberty City, per aiutare i delinquenti della città nei loro piani criminali e intrecciare amicizie fruttuose con i delinquenti per potere intanto mettere via un bel gruzzoletto che vi aiuterà nella vostra vendetta... Tutta la storia fin qui raccontata vi verrà molto meglio illustrata nel prologo in grafica 3D che vi accoglierà dopo la classica sigla del gioco stesso. E le prime missioni che vi aspettano fungeranno da tutorial. Svolgendo bene le quali finalmente potrete dare l'avvio a questa avventura criminale...
Come ben ricorderanno coloro i quali avessero già giocato ad uno dei due precedenti capitoli, GTA si basa sul furto di auto: ma in questa nuova reincarnazione per PS2 tutto è stato migliorato e ingigantito. Avrete una storia-canovaccio da seguire, portando a termine le missioni che vi saranno proposte di volta in volta dai
criminali locali1 a capo delle loro gang. Ma nessuno vi vieterà di girovagare senza meta lungo la città, facendo le attività criminali che vi riusciranno meglio.

Premetto subito che, quello che andrò descrivendo, non è un inno al crimine: purtroppo è la natura stessa del gioco che sto recensendo che mi porterà a descrivere per filo e per segno tutte le nefandezze che potrete attuare da quando prenderete in mano il joypad. Però questo non significa che io appoggi un comportamento del genere nella vita reale. Ed è grazie questo che il gioco, molto violento di sua natura, è riuscito nell'ardua impresa di ottenere una certificazione dell'ELSPA "18+", ovvero gioco raccomandato per i maggiorenni, che in generale dovrebbero capire la differenza tra un vidoegioco e la realtà. Purtroppo, la stampa e i mass-media generici spesso non lo fanno, etichettando
questi giochi 2come le vare cause della violenza giovanile.

Ma torniamo "a piombo" sulla recensione. Stavo dicendo che nessuno vi obbligherà a seguire la storia principale, potrete girare a piedi combinando tutti i crimini che vorrete con la vostra mazza da baseball, rubare ogni genere di
automobile7 che vedrete parcheggiata o in movimento e, con essa, generare gli incidenti8 più spettacolari possibili e altre diavolerie del genere. Ma sfruttando alcuni di questi automezzi, potrete rinverdire il vostro gruzzolo iniziale con alcune attività che potrebbero diventare anche la fonte primaria dei vostri guadagni, per un po' di tempo. Rubando infatti la vettura adatta, potrete svolgere con essa un lavoro ad essa attinente. Ad esempio, rubando un taxi, potrete attivare la particolare modalità "taxista" et voilà, vi sembrerà di giocare a Crazi Taxi di Sega. E questa modalità "carriera" sarà attuabile anche con la macchina della polizia, l'autopompa dei pompieri, l'ambulanza dell'ospedale e potrete attuarla come meglio volete. Ad esempio, nella conduzione del taxi, l'obiettivo da raggiungere sarà quello di portare a destinazione il passeggero, non importa le scorciatoie più o meno legali che prenderete, quante auto tamponerete per giungere a destinazione o le persone schivate o meno: se porterete il passeggero a destinazione entro il tempo limite, riceverete la ricompensa monetaria, che andrà diretta diretta nel vostro portafoglio. Ma presto vi renderete conto che non potrete continuare così a lungo. I veri soldi li farete solo accettando gli incarichi della malavita locale, che saranno innumerevoli e varieranno dall'accompagnare la ragazza del capo, all'uccisione di un determinato criminale o ancora nel piazzare una bomba in una vettura, mentre il proprietario è a cena, senza che egli se ne accorga... insomma le classiche cose che avrete visto fare decine di volte nei film di genere poliziesco, solo che questa volta sarete voi chiamati a eseguirle per potere fare "carriera" in città. Come vi dicevo questo episodio di GTA, nasce in 3D e porta quindi, oltre alla presenza di una trama solida, nuovi livelli di nefandezza alla serie. Potrete eseguire i vostri crimini in tre dimensioni, grazie anche all'efficacia del motore che gestisce le telecamere del gioco. Potrete selezionare diverse visuali, tra cui quella in prima persona19, quella "a volo d'uccello", come nei primi episodi e quella in terza persona. In questo caso la telecamera che segue il personaggio è posizionata alle spalle, ma potrete osservare l'ambiente anche in prima persona, per rendervi meglio conto di dove vi trovate in quel momento e delle persone che vi circondano3. Un consiglio: controllate che quando state per compiere delle "malefatte" non ci siano poliziotti attorno a voi, oppure essi avviseranno la centrale e inizieranno ad intimarvi di fermarvi. E quando intendo fermarvi intendo dire che tenteranno di farlo in tutti i modi: addirittura posti di blocco se siete in auto, oltre che i classici tentativi di farvi sbandare e, se sarete a piedi, sparandovi4 o tentando di venirvi addosso con la volante... insomma sarà dura non finire massacrato. Nel qual caso succedesse, verrete portati all'ospedale dove in pochi secondi di gioco sarete rimesso a nuovo5 pronti a riprendere la vostra carriera criminale. Ma se eravate nel mezzo di una missione, la missione è da intendersi fallita e dovrete ricominciarla da capo. Inoltre non avrete più a vostra dispozione l'auto rubata o le armi6 collezionate fino a quel momento. E anche per quello che riguarda le armi, non abbiamo limiti alla fantasia: si parte dalla mazza di baseball per arrivare al più sofisticato sniper, per colpire senza essere visti, potrebbe dire una crudele pubblicità! Un plauso comunque a Rockstar e DMA Design vanno fatti per piccoli particolari che sicuramente apprezzerete se vi lascerete intrigare da questa spirale di malvagità. Primo fattore incredibile è la struttura della città realizzata: essa è divisa in tre quartieri. Abbiamo la zona portuale, piena di quartieri malfamati, fabbriche, garage, magazzini, spacciatori e quartieri a luce rossa. Subito dopo contiamo la zona centrale degli affari dove avvengono tutti gli scambi commerciali della città e dove risiedono lo stadio, il casinò, il centro commerciale e gli uffici. Infine abbiamo la zona suburbana, dove i ricchi gangster della città hanno messo radici in un pullulare di piscine, ville dai giardini curati, alti recinti e... numerose guardie di sicurezza davanti ai cancelli! Tutte queste zone ovviamente sono collegate tra loro da ponti e sottopassaggi, che diventano accessibili mano a mano che completerete le missioni. Potrete girare per la città grazie all'aiuto di un radar che vi mostrerà dove siete e il punto che dovete raggiungere, se state affrontando una missione, oppure i luoghi dove potrete trovare qualcuno in grado di offrirvi un "lavoretto". Nella confezione del gioco c'è poi un bellissimo poster con la mappa dell'intera città, mappa riprodotta più in piccolo anche nel manuale del gioco. Come sapete in questo gioco i "trasporti" la fanno da padroni: ebbene oltre agli innumerevoli mezzi a quattro ruote con i quali potrete svolgere i vostri lavoretti, potrete usufruire anche di quelli che la città mette a disposizione di tutti i cittadini, ovvero il treno, la metropolitana, e potrete andare "a visitare" anche le barche e l'aeroporto internazionale. Tutti questi mezzi vi permetteranno di trovare "lavoro" più facilmente: potrete raggiungere i quartieri malavitosi, oppure ricevere contratti di lavoro con il telefono o il vostro cercapersone. Per salvare la situazione attuale di gioco, vale a dire il numero di armi in vostro possesso, la somma di denaro e l'auto che "possedete" dovrete dirigervi verso il vostro nascondiglio, situato in un magazzino nell'area industriale. Questo è il nascondiglio che vi viene proposto all'inizio del gioco, ma facendo "carriera" potrete spostarvi in un posto migliore. Come saprete, purtroppo per la vostra nuova attività, Liberty City è provvista di corpo di polizia che tenteranno in tutti i modi di fermarvi, nel caso scoprissero i vostri loschi affari: la polizia non lesinerà i mezzi a propria disposizione, richiedendo anche l'aiuto di corpi speciali come la SWAT o il corpo locale di FBI e arriveranno persino a inseguirvi con gli elicotteri: attenti a quello che farete. Come dicevamo prima ci sono nella città, oltre al vostro nascondiglio, delle strutture che vi capiterà di visitare spesso. Esse sono gli ospedali9, le officine10, le armerie11, la stazione di polizia e le prigioni12, i negozi "Ammu-nation"13. E parliamo adesso del motore grafico che gestisce il tutto: nonostante non siamo a livello di GT3, la Rockstar ha trovato uno stile proprio per rappresentare il crimine digitale, scegliendo uno stile a metà tra il reale e il cartoon, forse per evitare in parte le accuse di gioco fuorviante troppo reale. Le texture sono comunque molto definite. L'implementazione del tempo reale porta ad alcuni degli effetti di passaggio tra la notte e il giorno mai visti. Inoltre effetti di blur nelle luci durante il gioco notturno, semafori, l'effetto della nebbia mattutina sono incredibili, e se piove il comportamento delle auto cambia realmente. Anche l'intelligenza artificiale dei personaggi è incredibile e lo stesso protagonista che comanderemo ha delle espressioni particolarmente "da macho" quando incontra qualche avvenente signorina o si lascia andare in gesti che non voglio descrivere quando vede un qualche sbirro a piedi...
E infine, complimenti per il sonoro: a bordo di ogni mezzo che ruberemo, possiamo attivare la radio e scegliere tra ben
9 stazioni radio14, tutte con un proprio stile particolare. Gli effetti sonori poi sono sopra la media e se vagabonderete in città a piedi sarete investiti da tutti i suoni che potreste sentire in una vera metropoli... comprese le parlate delle persone, tra cui non manca il dialetto siciliano...
Infine come avrete potuto capire, ci sono tanti motivi per imbattervi in questo gioco: la curiosità di potere passare per una volta tanto dalla parte del crimine, acquistare un gioco che potrebbe essere introvabile o censurato se mai partirà la nuova caccia alla strega indetta da "comitati della famiglia" preoccupati di salvaguardare la moralità dei loro figlioli, o, e questo è secondo me il motivo che dovreste
selezionare15, la libertà di azione che avrete a Liberty City, libertà di azione che molti videogiochi vi hanno sempre promesso e poche volte dato... certo una libertà di fare degli atti criminali, della violenza gratuita, ma un chiaro esempio di quello che dovrebbero iniziare ad essere i videogiochi nel nuovo millennio, opere interattive senza vincoli, dove ognuno di noi è libero di esprimersi come meglio crede.

Giovanni Strammiello

1
tutti caratterizzati benissimo nel gioco. Ciascuna gang ha un proprio territorio, ramo di azione, copertura commerciale, stile propri, caratteristiche della gang, auto utilizzate e perfino stazione radio preferita.
Si parte quindi dalla Famiglia Leone, di chiara estrazione italiana, per passare alla Triade, alla Yakuza, a bande Spagnole e Afroamericane, al Cartello colombiano per finire con Organizzazioni jamaicane e simili...

2
vi ricordate cosa successe con Resident Evil 2 e Carmaggeddon? E questo gioco a mio parere è ancora peggio: se nessun comitato di madri o politici se n'è ancora accorto è ovviamente per via della guerra, ma vedrete che faranno ancora in tempo a lanciare i loro strali contro il mondo dei videogiochi...

3
tutto questo con la pressione di un pulsante del joypad

4
non si fanno troppi scrupoli qui a Liberty City

5
e tale operazione medica, però vi costerà caro... i dottori qui a Liberty City si fanno pagare caro!!!

6
le armi nel gioco sono uno dei mezzi che vi permetteranno di sopravvivere e di portare a termine con successo le missioni che vi sarannno affidate dai vari boss criminali della città. Alcune armi si trovano sparpagliate nella città, altre invece le si potranno comprare nelle armerie della città.

7
e qui veramente il team di programmazione non si è posto limiti:
partendo dallo sfigatissimo taxi, potremo impossessarci di comunissime automobili familiari americane, macchine più lussuose, come le limousine, ambulanze, fuoristrada, jeep militari, camion, furgoni, autobus, macchine della polizia, ecc. Ovviamente tutti questi veicoli hanno una propria manegevolezza con cui dovrete fare di conto... provate a passare da un taxi a un camion e impostare le curve a tutto gas nello stesso modo e mi direte...

8
e in questo caso, la macchina che starete guidando inizierà a disfarsi lentamente a seconda degli impatti che prenderete. Vedrete sportelli e paraurti staccarsi, cofani volare e sciie di fumo diventare sempre più corposi, fino a rischiare l'esplosione completa del mezzo che state guidando... ma non preoccupatevi, l'autopompa arriverà a domare l'incendio... volete fare carriera nei pompieri? Sapete allora cosa potrete fare, vero?

9
li visiterete o meglio sarete portati in ospedale se massacrati. Ma potreste anche andarci di vostra spontanea volontà, in quanto nelle zone si possono trovare bonus-salute e ambulanze incustodite...

10
qui potrete riparare i veicoli che ritenete importanti per la vostra attuale missione oppure che vorrete riverniciare, per non farvi riconoscere dagli ex-legittimi proprietari o polizia

11
dove potrete acquistare esplosivi utili in qualche missione

12
queste sarebbe bene non visitarle mai, visto la carriera che state intraprendendo...

13
se ben forniti economicamente, potrete recarvi qui per ricercare l'arma più adatta alla vostra attuale missione

14
da menzionare sono la Double Cleff FM, e la Flashback FM.
Mentre la prima trasmette brani di musica classica, la seconda trasmette estratti dalla colonna di Scarface. Senz'altro molto a tema i secondi. Ma sarete meravigliati di scoprire come anche i brani di musica classica ben si adattano ai crimini che potrete perpetrare nella città digitale di Liberty City. E tra i brani troveremo:
"Non più andrai farfallone amoroso" da Le Nozze di Figaro di Mozart,
"Chi mi frena in tal momento" da Lucia di Lammermoor di Donizetti,
"Libiamo ne' lieti calici" da La Traviata di Verdi,
"Finch'han del vino" dal Don Giovanni di Mozart,
"O mio babbino caro" da Gianni Schicchi di Puccini,
"La donna è mobile" dal Rigoletto di Verdi.
Tra gli interpreti di queste arie troviamo niente meno che Renata Scotto, Luciano Pavarotti, Jose Carreras, Sesto Bruscantini, Tito Gobbi, Cecilia Fusco...

Sintonizzatevi su questa radio e poi ditemi se non ho ragione... non me ne vogliano gli amanti dell'opera...

15
o da "confermare e accendere", come è di voga dire di questi tempi...

16
e ferito quasi mortalmente

17
il caso volle che tutti e due fossero sullo stesso mezzo blindato

18
fuggita poi con il "malloppo"

19
utilissima nelle sezioni di guida

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giovanni Strammiello
Giovanni Strammiello si occupa di fornire news sul mondo dei videogiochi e di recensirne i titoli più meritevoli di attenzione. Sempre attento a esplorare le nuove tecnologie non perde occasione di spingersi un po' più in là per informare i lettori di KULT Underground su cosa succederà nei prossimi mesi.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 140 millisecondi