:: Home » Numeri » #88 » HOLDEN » Intervista a Eros Sacco
2002
25
Lug

Intervista a Eros Sacco

Commenti () - Page hits: 3150
Intervista a Eros Sacco

Cominciamo con il ringraziarti per aver partecipato al concorso e ti facciamo i complimenti per aver vinto nella tua categoria. Puoi presentarti dicendoci qualcosa di te?


Allora vediamo… Devo fare l'ultimo anno dell'istituto d'arte, amo il punk anni '70 e '80, ho suonato per un certo periodo il corno francese… Per quello che riguarda l'università, non so se la farò… comunque nel caso sarei indeciso tra DAMS, astronomia o psicologia.

In che modo sei venuto a conoscenza di Holden?

Mi è arrivata la pubblicità del concorso per posta.

Lo avevi sentito nominare anche nelle precedenti manifestazioni?

Sì.

E' la prima volta che partecipi ad un concorso artistico?

Sì, artistico è la prima volta.. Ho fatto altri concorsi ma non come questo.

Che ne hai pensato di questa esperienza?


Senz'altro positiva.

Cosa ti ha spinto a partecipare, e cosa a scegliere la sezione "grafica"?

Non c'è stata una ragione precisa… Mi sono detto "perché no?" Quasi per gioco.

Tenendo conto della grande libertà del tema hai avuto difficoltà a trovare un soggetto che ti sembrasse interessante?

Non è stato difficile.. Leggendo il tema, "viaggi virtuali e non" mi sono concentrato sul "non"… E ho preferito dare una immagine di un viaggio reale. L'altro tema sarebbe stato un po' più difficile.

Nelle manifestazioni precedenti il tema era più rigido. Pensi che sia meglio o peggio avere più libertà
d'azione e perchè?


Meglio evitare un tema troppo rigido, in fondo i partecipanti sono ragazzi e non esperti e quindi un tema più libero risulta più facile per tutti.

Puoi raccontarci, se ce ne sono, dei retroscena sulla scelta del soggetto e sulla realizzazione dell'opera intera?

A parte il mio commento alla foto non c'è molto da aggiungere, se non che ringrazio mia nonna e mia zia che si sono involontariamente trasformate in soggetti per la mia foto!

Cosa ti aspettavi che facessero gli altri concorrenti? Il tema libero non ti ha forse consentito troppo di prevedere con chi andavi a "gareggiare"... ma è stato comunque un pensiero che hai avuto (quello di "confrontarti" con altre opere) o hai semplicemente dato sfogo ad un tuo estro artistico?

Non ho partecipato certo con l'idea di fare una gara, anche perché di vincere non me lo aspettavo proprio… chissà, forse ha colpito la giuria l'ironia della frase…

Hai usato il computer per realizzare la tua opera?

Solo per acquisire la fotografia originale con lo scanner e presentarla in formato elettronico. Ah, ho anche "tagliato via" una striscia di cielo nella parte superiore per rendere più equilibrata la composizione.

Cosa ne pensi del premio (per tutti) della presenza su 8000 CD Rom che verranno distribuiti in tutta Italia?

Bello, molto bello… Così tutti mi conosceranno! A parte questo sarà certamente un bel ricordo di questa esperienza.

Come ti è sembrata la premiazione? Cosa ne hai pensato dell'esposizione e/o lettura delle opere?
Ben fatta, se non fosse che hanno sbagliato il mio nome… Peccato solo per questo.

Che cosa ti è sembrato difettoso o carente nell'organizzazione del concorso?

Niente, anzi mi è sembrato organizzato molto bene… Ottima anche l'idea di suddividere il concorso per fasce d'età.

Avevi mai sentito parlare di KULT Underground?

No.

Conosci altre riviste multimediali?

No.

Cosa ne pensi delle pubblicazioni amatoriali?


Sono qualcosa di molto simpatico, di alternativo…

Pensi che parteciperesti ad una prossima manifestazione legata ad Holden?

Vedremo… Forse sì.

Che tema ti piacerebbe avesse questa prossima manifestazione?

Così all'improvviso non mi viene in mente nulla…

Siamo in chiusura... Grazie della tua disponibilità e complimenti ancora per il risultato ottenuto.

Grazie a voi… Ciao!

Massimo Borri
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Massimo Borri
Massimo Borri, nato il 6 marzo 1971, diplomato alla Scuola di Informatica dell’Università di Modena, attualmente lavora come referente informatico per la stessa università, presso il Dipartimento di Chirurgia della facoltà di Medicina. Si occupa principalmente di fotografia, video editing e grafica 2D e 3D (con Blender 3D), oltre che di consulenza informatica a tutto campo. Innamorato profondamente del Giappone e di tutti gli aspetti della sua cultura, ha come hobby lo studio della lingua giapponese. Adora il gioco del Go con cui cimenta regolarmente assieme agli amici del Go Club del Tortellino. Ama il blues e il rock anni ’70, leggere e disegnare fumetti, il cinema e la letteratura di fantascienza, i giochi di ruolo. Ha scoperto nei libri di Thich Nhat Hanh il volto umano del buddhismo. Si interessa di filosofie orientali, arti marziali (ha praticato karate, taijiquan, kali) e in generale di tutto ciò che porta equilibrio e serenità. Per KULT ha curato in passato le sezioni dedicate a fumetti e animazione giapponesi e alla lingua del sol levante; attualmente scrive recensioni di applicazioni per Ipad.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 126 millisecondi