:: Home » Numeri » #87 » HOLDEN » L'emigrato
2002
25
Giu

L'emigrato

Commenti () - Page hits: 2350
L'emigrato

Ero solo nel treno. La tormenta
di neve turbinava. Infreddolito
pensavo al paese che la fame addenta
allo schiavo bambino, a quel dito

che può dare la morte, al dolore
del corpo e della mente. I cipressi
sfilavano all'esterno, il timore
divenne canto: i sorrisi oppressi

rischiararono, dandomi coraggio,
la notte scura. Perché ero scappato?
Sacrificavo tutto a questo viaggio,

forse la vita. Ma su quale altare?
Soldi e lavoro. Il cuore è restato.
Io sono in trappola. Non posso tornare.

Ghinelli Paola
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 163 millisecondi