:: Home » Numeri » #87 » EDITORIALE » Sulle orme di Holden
2002
25
Giu

Sulle orme di Holden

Commenti () - Page hits: 3050
Sulle orme di Holden,
viaggi virtuali e non


(prefazione)

Anche se cause più o meno esterne ci hanno impedito di rispettare al pieno il programma 2che ci eravamo prefissati non potevamo non dedicare questo numero, almeno "formalmente", al riuscitissimo concorso che ha occupato la maggior parte delle nostre energie in questi ultimi mesi: "Sulle orme di Holden, viaggi virtuali e non". E quindi, in questo editoriale, invece di parlare del numero che avete davanti, o del progredire del sito KULT Virtual Press, o del prossimo concorso 8KO-, ci limiteremo a sintetizzare cosa è accaduto un paio di sabati fa, e, soprattutto a chi.

(premiazione)

Sabato 15 giugno, all'interno dei locali dell'ipermercato Rotonda a Modena, si è tenuta la premiazione della quarta edizione del concorso Holden. La
manifestazione1 ha visto Walter Martinelli, l'assessore alla cultura Gianni Cottafavi, il responsabile commissione politiche giovanili della Circoscrizione 3 Andrea Sirianni, il direttore dell'Ipermercato Pianeta Oscar Ratti e Fabrizio Guicciardi della redazione di KULT Underground, insieme ai giurati e agli attori Elena Musti e Maurizio Cardillo, premiare i vincitori delle varie sezioni e proporre alcune delle opere più significative al numeroso pubblico presente.
Riportiamo di seguito i nomi dei
13 premiati3 e - in breve - la motivazione per cui le loro opere sono state scelte

Sezione 12-16
Tommaso Turci, con l'opera "Non si nasce si vive" (prosa)
Per la capacità di descrivere con poche ma efficaci parole sia un ambiente ricco di suggestioni, che personaggi perfettamente integrati al racconto.
Francesco Montorsi, con l'opera "Ho sognato un viaggio" (poesia)
Per la puntuale interpretazione del tema del concorso, sviluppato attraverso un tono personale e stilisticamente unitario e maturo.
Molinaro Janis Miriam (grafica)
Per la qualità dell'esecuzione, la scelta cromatica e l'interpretazione del tema a concorso.

Sezione 17-25
Nadine Pepe, con l'opera "Io viaggio di notte" (prosa)
Per aver sviluppato in modo non banale il tema del viaggio dimostrando di saper 'guardare oltre'.
Gabriele Pancaldi, con l'opera "Non voglio più essere solo" (poesia)
Per aver svolto l'assunto attraverso una scansione limpida che avvalora sia la capacità di introspezione, che la riflessione.
Eros Sacco (grafica)
Per l'interpretazione ironica espressa anche dalla nota dell'autore: "Personalmente penso che questa foto esprima pienamente il pensiero che la parola 'viaggio' comunica agli italiani: la coda sull'autostrada."
Luca Zabbini (musica classica)
Il brano interpreta in maniera efficace il tema del viaggio, attraverso un corretto approccio minimalista.

Sezione 25+
Christian Del Monte, con l'opera "Frontiera" (prosa)
Per aver dimostrato una buona padronanza tecnica e una certa originalità nella rilettura di un tema non inedito.
Paola Ghinelli, con l'opera "L'emigrato" (poesia)
L'autrice svolge in forma metrica e regolare uan sua particolare sensibilità e maturità espressiva per il tema scelto.
Perliti Paolo (grafica)
Per la padronanza della tecnica grafica utilizzata, per l'interpretazione virtuale-digitale del tema del viaggio e per la qualità complessiva dell'opera
Damedeo (musica classica)
Lo stile interpretativo legato all'improvvisazione jazz, rende efficacemente l'idea del movimento tipica del viaggio
Vito Addamo (musica leggera)
l brano, dal titolo "Percorsi", bene interpreta il tema del viaggio con uno stile morbido e efficace.

Premio speciale
Fabiano Massini
Per le indiscusse capacità tecniche espresse sia nella sezione Poesia che nella sezione Prosa, per la notevole padronanza della forma e per l'ampiezza delle conoscenze letterarie dimostrata.

(dove)

Ad esclusione della sezione musica potrete trovare le opere citate all'interno della sezione HOLDEN di questo numero. Ricordiamo che il prossimo mese sarà possibile leggere l'intervista ai vincitori all'interno dello stesso spazio.
Dal sito www.kultvirtualpress.com (e presto anche su www.epaperback.org) potrete scaricare gratuitamente due e-paperback contenenti rispettivamente tutte le opere di prosa e tutte quelle di poesia.
Appena sarà
disponibile4 potrete richiedere il CD con tutte le opere che hanno partecipato al concorso direttamente tramite il sito di Zona Holden.

Marco Giorgini

1
...che a parere di molti è stata una delle meglio organizzate da quando è nato questo concorso artistico...

2
...ovvero di avere già pronto il CD per Holden IV - realizzato da circa un mese ma bloccato da una burocrazia al limite di Twilight Zone - e di corredare le opere vincitrici dall'intervista ai vincitori - che vedremo di presentare nel numero di luglio-agosto...

3
...tredici e non quindici (cinque "aree" per ognuna delle tre fasce d'età) perché non in tutte le categorie ci sono state opere da premiare (carente da questo punto è stata la sezione musica) e perché è stato assegnato un premio speciale...

4
...si sta attendendo il bollino SIAE...

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Marco Giorgini
Marco Giorgini è nato a Modena il 21 Agosto 1971 e lavora come responsabile del settore R&D in una delle più importanti software house italiane che si occupano di linguistica applicata. Dal 1994 coordina la rivista culturale KULT Underground e dal 1996 la casa editrice virtuale KULT Virtual Press; ha tenuto conferenze, e contribuito ad organizzare mostre e concorsi letterari, tra cui ''Il sogno di Holden''. Da marzo 2005 è autore di una striscia a fumetti sul mondo degli esordienti chiamata Kurt.
MAIL: marco@kultunderground.org
WEB:
www.kurtcomics.com
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 110 millisecondi