:: Home » Numeri » #84 » COMPUTER » XBOX
2002
25
Mar

XBOX

Commenti () - Page hits: 4150
Dopo mesi di attesa, finalmente è giunto il Xmas Day in Europa2, almeno secondo il calendario Microsoft, e con questo giorno è giunta tra noi

XBOX

Come vi ricorderete certamente, parlammo di questa console l'anno scorso, quando il 6 gennaio, Bill Gates la presentò ufficialmente. Da loro si sono susseguiti eventi su eventi, dove Microsoft, correggendo qua è la le specifiche hardware è poi riuscita a commercializzare la sua console in America e il mese scorso in Giappone. Come tutti saprete quindi, nello stesso periodo di tempo, cioè l'anno scorso, Nintendo ha lanciato il suo GameCube, contrastando e non di poco il lancio della macchina di Redmond. Mentre Sony, dall'alto delle sue oltre 20.000.000 di Playstation 2 già vendute, sta a guardare; e così, la guerra delle console ha finalmente avuto inizio. Torneremo su GameCube prossimamente, al lancio che avverrà in tutta Europa il
3 Maggio3. Qui adesso concentriamoci sulla visione Microsoft per quello che riguarda il videogioco.

Certamente l'hanno pensata in grande stile: a partire dalle dimensioni per arrivare al prezzo. Parlando di dimensioni, XBOX è la macchina più grossa rispetto alle dirette concorrenti PS2 e GameCube. E capireste il perché solo smontandola, cosa che però non vi consiglio di fare, perché invaliderebbe la garanzia. XBOX è la prima console ad uscire sul mercato con un HDD da 8 GB. Questo fatto ha inizialmente fatto storcere il naso a tutta la comunità dei videogiocatori su console, ben consci di quello che può succedere ad un HDD: deframmentazioni, errori, perdite di dati, riformattazioni... e via di questo passo. Microsoft, tramite la voce dei creatori della console, ha più volte rassicurato i possibili acquirenti che queste cose sarebbero state altamente improbabili sulla loro console, ammettendo comunque che nel dvd fornito con la console ci saranno alcune utility per ripristinare il contenuto dell'HDD in caso di perdita di dati (leggi SCANDISK) o per recuperare il funzionamento dell'HDD (leggi FORMATTAZIONE dello stesso). Ebbene, il dvd di sistema, che fu sbandierato come panacea per i problemi del HDD, non c'è nella confezione e questo quindi può far pensare che: o hanno testato a fondo l'HDD e hanno visto che i problemi ventilati in realtà sono molto rari oppure che in caso di dati persi o problemi all'HDD è meglio sostituire il pezzo piuttosto che ricorrere ai sistemi di riparazione. Sebbene quindi l'inclusione di un HDD abbia suscitato qualche perplessità all'inizio, la comunità dei giocatori ha alla fine accettato questa idea innovativa per svariegati motivi: dal lancio della macchina in America a tuttoggi non si sono avute notizie di problemi in questo settore; l'HDD può essere usato come grossa memory card con 50000 blocchi di salvataggi per i giochi; può contenere dati relativi al livello che si sta giocando e a quello successivo per ridurre i tempi di caricamento durante il gioco, quindi può funzionare come grosso "blocco di appunti" per il sistema; può infine essere usata per "rippare" la musica dai propri cd per essere ascoltata durante alcuni giochi (primo esperimento del genere sarà testabile nel gioco "Project Gotham Racing", che altro non è che una nuova versione di Metropolis Street Racer, gioco uscito molti mesi addietro per Dreamcast, ma qui rivisto e corretto per le capacità grafiche di XBOX).

L'HDD unito al lettore DVD a 2-5X è la causa principale della larghezza e pesantezza della console Microsoft. Ovviamente entrambi questi componenti non sono i soli colpevoli della grandezza della macchina: sotto essi giace la scheda madre simil-PC, con processori vari e ventoline, che gestiscono le potenzialità della macchina. Ma prima di parlare di questi, diamo un occhio al lettore DVD. Come ben sapete, il pensiero di Microsoft è stato modificato durante la progettazione: all'inizio hanno pensato di includere un lettore dvd, ma di lasciare la scelta all'utente se abilitare o meno la capacità della macchina di leggere film DVD. Sì perché XBOX è nata come macchina da gioco. Chi volesse vedersi un film in DVD dovrà comprare il Kit DVD, che consta di telecomando e unità di ricezione infrarossi, e spendere altri Euro in un particolare cavo con uscita ottica, se vorrà godere anche del
sonoro multicanale4 da subito. Sebbene capiamo la volontà di lasciare decidere all'utente se vedersi i film DVD con la macchina, non capiamo perché debba poi essere obbligato a comprarsi un cavo ulteriore per godersi anche il sonoro in 5.1 canali. Ecco, non capiamo il perché si sia voluta unire l'uscita digitale ottica al cavo video. Se uno ha un tv senza scart ma vuole collegare la sua console ad un impianto 5.1? La risposta non l'abbiamo. C'è comunque da dire che questa combinazione di componenti è abbastanza irreale: tutti i televisori abbastanza recenti hanno almeno una presa scart17.

Parlavamo del lettore DVD. È, come avrete capito, un lettore che può raggiungere una velocità massima di 5X (ovvero 3000Kb/sec), con le porte che lo connettono al sistema modificate: oltre al classico connettore IDE troviamo un plug che concentra in unica presa le uscite audio analogiche, digitali e l'alimentazione più probabilmente alcuni altri segnali propietari. Il lettore DVD-ROM condivide lo stesso canale IDE con l'HDD. Come avrete capito il lettore DVD-ROM ha le porte modificate per evitare che qualche smanettone cambiasse il lettore della console con uno di qualità migliore, proveniente dal mondo PC. Ma non dubito che presto vedremo XBOX ibride con connettori modificati. Ad esempio per quello che riguarda il cavo IDE, possiamo dire che essendo quest'ultimo di soli 40 fili non permette all'HDD di XBOX di poter usufruire della modalità ATA 100, cosa che, almeno in teoria, sarebbe stata possibile, siccome l'HDD di XBOX (un Seagate da 8GB) sarebbe compatibile con questa specifica.

Dopo esserci riempiti la bocca di questi paroloni per quel che riguarda lettore DVD e HDD, passiamo ai processori della macchina e alla scheda madre. Quello che risulta subito all'occhio sono i due dissipatori di calore. La macchina ne ha uno sul processore principale (la CPU) e una su quello grafico (la GPU). La CPU inoltre è assistita da una ventola che estrae il calore proveniente dal dissipatore e lo convoglia verso
l'esterno5. Sulla GPU invece è installata, sopra al dissipatore, una ventola di raffredamento. Cosa vi ricorda tutto questo? Un PC appunto. E infatti la CPU di questa console altri non è che un Coppermine Mobile Celeron di Intel che gira alla bellezza di 733 MHz, con tecnologia a 0.18 micron; il chip è saldato direttamente6 sulla scheda madre!!! Già, una mostruosità per i PC, ma un atto dovuto per una console7, che probabilmente sarà spostata di stanza in stanza e di casa in casa. Bisognava essere sicuri che non si muovesse dalla sua sede! Come GPU troviamo il famosissimo processore nVidia NV2a, con velocità di 250 MHz, appositamente studiato per questa console dalla casa regina incontrastata della grafica per PC. Il sistema come potete vedere risulta sulla carta molto potente se comparato alle console alle quali ci siamo abituati ad utilizzare fino ad oggi. Ma, nonostante una capacità sbandierata ai quattro venti di una capacità di elaborazione di quasi 125 milioni di poligoni al secondo, vi ricordo come sempre che quello che decreta il successo di una macchina da gioco sono, ebbene sì, ancora i giochi!

Sul sistema trova posto anche la memoria: che è unificata e pari a 64 MB. Sulla scheda madre si notano altri spazi liberi destinati ad accoglierne almeno il doppio: si tratta dei banchi di memoria che Microsoft riempie con altri 64 MB per le macchine che destina ai team di sviluppo dei videogiochi. Quello che non ci è chiaro è perché i programmatori necessitano del doppio di memoria per fare girare le proprie creazioni, se poi sono costretti a limare il "codice" dei giochi, per farlo girare su macchine dotate della
metà8, rischiando di allungare i tempi per la riprogrammazione del gioco e facendo lievitare i costi del progetto: rischiando, insomma, di consegnare sugli scaffali un prodotto non fluido. Ma probabilmente le mie sono solo paure da videogiocatore: probabilmente la memoria in più serve solo per far girare codice di debug sulla macchina durante le fasi di testing e, da quello che ho letto in giro, non ho sentito di giochi scattare9. Per quello che riguarda il sonoro, è fornito da un altro processore nVidia chiamato MCPX X3. Il bus dati fornito da AMD offre uno spostamento dei dati pari alla velocità di 800 Mb/s. Questo canale ad alta velocità apre l'intera memoria al processore sonoro senza rallentare il sistema e fornisce la situazione ottimale per le funzionalità gestite dal chip MCPX (sonoro, rete, hard disk e controller). Le capacità sonore di questo processore possono essere così riassunte: 64 canali audio 3D (che possono diventare 256 canali stereo, all'occorrenza); supporto per le librerie DSL2; encoding del flusso AC3 (Dolby Digital) in tempo reale.

Sempre vicino a questi processori, trova posto anche l'encoder video scelto da Microsoft per la propria macchina: il chip della Conexant, il CX25871, un DAC ad alte prestazioni, compatibile Macrovision e in grado di gestire perfino i televisori HDTV (televisioni ad alta definizione, non diffusi in Europa). Ecco questo è a grandi linee la struttura della XBOX: molta ben ingegnerizzata la scheda madre che ricorda proprio quella di un pc. Vi rimando alla
scheda tecnica1, dove non troverete alcun raffronto con le altre console, perché non siamo qui a far pubblicità a Microsoft. Vi ho solo elencato le caratteristiche di questa macchina. XBOX rappresenta il pensiero Microsoft sul futuro delle console.

Parliamo ora del joypad: è un po' grosso rispetto a quello a cui ci hanno abituato altre console, supporta i classici tasti e manopole analogiche, ma è abbastanza confortevole. È dotato di un cavo molto lungo con supporto di sicurezza: nel caso di tiro del cavo oltre la lunghezza, si stacca il connettore posizionato a metà cavo ma la console
rimane dov'è10. Parleremo del joypad durante la recensione del primo gioco per XBOX. Nel retro della console trova posto una presa Ethernet, tramite la quale sarà possibile collegare tante XBOX in una rete o, tramite l'adattatore BROADBAND11 di Microsoft, che uscirà più avanti, collegare XBOX in Internet per il gioco multiplayer. Categorica è stata in questo campo la scelta di Microsoft: a differenza di altri case, a Redmond hanno deciso che il gioco multiplayer può esistere solo in rete Ethernet o tramite collegamenti ADSL, con buona pace di molti di noi Italiani, che aspettano una riduzione dei costi di abbonamento di queste linee prima di mettersene una in casa.

Parliamo di cosa ci aspetta all'accensione. Una volta predisposti i cavi di alimentazione e il cavo con i
3 RCA12 possiamo premere il pulsantone di avvio. In pochi secondi ci accoglie il sistema Windows 3.1... sto scherzando... ci accoglie il sistema grafico Dashboard, appositamente studiato da Microsoft per gestire tutte le operazioni di base della console. Piccolo, compatto e, mi auguro, a prova di crash e di virus, si narra che occupi pochissima memoria e che sia derivato dal kernel di XP. Ok, non so se il codice sia derivato da XP, ma sicuramente porta alta la bandiera del concetto "EXPERIENCE" fortemente voluta da Gates: l'impressione che da è di essere semplice e intuitiva. Tale interfaccia consentirà all'utente di gestire i file, eseguire le operazioni di rete e tutti in generale controllare tutti i parametri della macchina. Quindi: gestione dello spazio su disco, possibilità di "rippare" brani audio13 per un futuro utilizzo nei giochi e solo lì: o almeno è quello che si augurano le case discografiche e la Microsoft principalmente. Sebbene quando la console sarà collegabile in Internet, potrà accadere di tutto. D'altronde, come forse alcuni di voi avranno già sentito, il gioco HALO, che supporta il multiplayer, tramite connessione Ethernet ha già fatto la propria comparsa su Internet14. Cos'altro aggiungere? Ci sarebbero ancora tanti argomenti tecnici da snocciolare. Se vorrete faremo un approfondimento tecnico il prossimo mese, magari basandoci sui pregi grafici e su tutti quegli aspetti che non sono riuscito o che ho dimenticato di trattare in questa sede. Ultimo punto lo vorrei fare sui giochi usciti in concomitanza del lancio della console. Sono all'incirca una ventina con qualche possibile sorpresa dell'ultimo minuto. Purtroppo ho la lista intera dei giochi comprensiva sia dei giochi del Day One sia di quelli che seguiranno nelle settimane successive. Eccola:

Day One15

Settimane successive16

Bene. Non mi resta che dare il benvenuto a Microsoft anche in terreno Europeo e sperare che coloro che alla fine ci guadagneranno da tutte quelle caratteristiche tecniche siano i videogiochi e i videogiocatori. E adesso continuate a leggerci. Seguono alcuni resoconti di comunicati stampa che abbiamo ricevuto nei giorni scorsi a proposito di giochi in uscita per XBOX. Buona lettura.

Giovanni Strammiello

1
CPU
733 MHz

Processore grafico
250 MHz

Memoria totale
64 MB unificata (condivisa cioè tra memoria di sistema, grafica e audio)

Velocità del bus della memoria
6.4 GB/sec

Performance in poligoni
125 milioni/sec

Texture simultanee
4

Pixel fill rate con 0, 1 o 2 texture
4.0 G/sec

Lettore DVD
2/5 velocità

HDD
8 GB

Memory card
8 MB

Ingressi /uscite
4 porte joypad - 1 porta Ethernet 10/100 Mbit/sec

N.ro canali audio
256

N.ro canali con supporto hw per audio 3D
64

Risoluzione massima
1920x1080

Riproduzione DVD
serve kit opzionale (telecomando + ricevitore infrarossi)


Altre caratteristiche:

Supporto MIDI e DLS; filtro equalizzazione audio via hw; collegamento in rete e supporto per HDTV

2
14 Marzo 2002

3
maggiori dettagli li potrete trovare nell'articolo del mese scorso e in quello di questo mese e dei mesi a seguire, che abbiamo dedicato e dedicheremo al cubo di Nintendo

4
leggi: se vorrà collegare la propria console ad un impianto 5.1 che supporti la decodifica Dolby Digital/DTS

5
non coprite quindi il foro di aereazione, mandereste in tilt la vostra console in breve tempo e anche dopo l'utilizzo, lasciatela raffreddare prima di riporla al chiuso... con quel che costa...

6
ahimé come accadeva nei Pc di basso prezzo di una volta!!!

7
e penso infine che sia così anche per i pc portatili, no?

8
che ricordiamo sono poi quelle effettivamente in vendita

9
ok, ho saputo di qualche scatto nell'ultimo livello di gioco di Halo, ma di questo parleremo in sede di recensione del gioco, prossimamente

10
e questa è una grande pensata, considerando che dentro c'è un HDD

11
leggasi MODEM ADSL

12
ma all'interno della confezione, è disponibile anche l'adattatore RCA/SCART, mentre il cavo RF non lo si trova nella console, ma è in vendita separatamente... assieme ad altri cavi

13
ci pare che oltre ad essere rippato il brano audio sia anche compresso in formato WMA

14
in sede di recensione vi spiegherò come

15
Amped: Freestyle Snowboarding
Batman: Vengeance
Blood Wake
Dark Summit
Dave Mirra Freestyle BMX 2
Dead or Alive 3
Fuzion Frenzy
Halo
Jet Set Radio Future

Mad Dash Racing
Max Payne
NBA Live 2002
NHL 2002
NHL Hitz 2002
Oddworld: Munch's Odyssey
Project Gotham Racing
Rallisport Challenge

Tony Hawk's Pro Skater 3
TransWorld Surf
Wreckless: The Yakuza Missions

Di tutti questi giochi il primo giorno erano effettivamente in vendita quelli che ho messo in grassetto, almeno per quello che riguarda la città di Modena. Ho fatto un giro abbastanza ampio tra i rivenditori il giorno 14 Marzo e quindi ho potuto constatare di persona la disponibilità di questi giochi. Sono comunque sicuro che andare a fine mese tutti saranno regolarmente in vendita.

16
Artic Thunder
Blood Omen 2
Cel Damage
Commandos 2
Crash
Genma Onimusha
Knockout Kings 2002
Obi Wan
Off Road Wide Open
Scudetto 01/02
Simpson's Road Rage
Test Drive Overdrive

17
e per recenti intendo dire di almeno 13 anni, visto che il televisore più vecchio che ho in casa risale agli anni 80 e ha già una presa scart. Inoltre i patiti di Home Theatre che hanno un impianto Dolby Digital/DTS in casa hanno senz'altro un televisore di ultima generazione in casa.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giovanni Strammiello
Giovanni Strammiello si occupa di fornire news sul mondo dei videogiochi e di recensirne i titoli più meritevoli di attenzione. Sempre attento a esplorare le nuove tecnologie non perde occasione di spingersi un po' più in là per informare i lettori di KULT Underground su cosa succederà nei prossimi mesi.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 140 millisecondi