:: Home » Numeri » #114 » INXANADU » Intervista a Costantino Loprete
2004
25
Dic

Intervista a Costantino Loprete

media 2 dopo 1 voti
Commenti () - Page hits: 3500
Intervista a Costantino Loprete
(primo classificato al concorso In Xanadu con "IDI ABCD")

Ciao Costantino e complimenti per la tua vittoria in questa PRIMA edizione del concorso per letteratura minimale, indetto dalla nostra rivista. Cosa puoi dire di te ai lettori, per raccontare chi è Costantino Loprete e cosa fa nella vita?
ringrazio la redazione per il riconoscimento che ha pensato di attribuirmi, è certo che non divagavo... nella vita sono docente di fisica nelle scuole medie superiori, e mi piace vivere con un panino, un'aranciata e un cognac ma ncora non ci sono riuscito
Come e quando sei venuto a conoscenza del concorso? Cosa ti ha spinto a partecipare?
da poco avevo scritto IDI ABCD e cercavo un posto dove presentarla, così vi ho trovati in internet
Cosa hai pensato del nuovo tema proposto? Il bando era volutamente vago - nel senso che si poteva spaziare in molti modi partendo dalle indicazioni descritte... e c'era inoltre la libertà di scegliere il tipo di testo da proporre (poesia, racconto o altro) anche se alla fine la maggior parte delle persone si è proposta con un testo narrativo
mi occupavo del tempo scrivendo da qualche anno poesia per soli usignoli, ma divagavo sul tema, per dire che è del più classico raccontare
Come è nato IDI ABCD? Che cosa si cela dietro al titolo? Quanto tempo ti ha portato via la stesura? Per la cronaca la vittoria è stata assegnata (come per l'altro parimerito) con assoluta concordanza tra i giurati... ma è stato proprio il tuo testo a fare valutare - per una prossima edizione - l'istituzione di due sezioni separate per prosa e poesia...
ricordi, infanzia, in un batter d'occhio fulmineo dall'escamotage dell'intervista, diademi delle prime lettere A B C D. il titolo è un anagramma di alcune maiuscole che compaiono all'inizio dei righi.
A concorso terminato abbiamo ricevuto una nuova stesura della tua poesia (che però non abbiamo potuto sostituire per coerenza - crediamo - con il resto del materiale in gara). Ci puoi raccontare le differenze tra i due testi e i motivi di questa revisione?
Dopo aver letto Sanguineti ho provato un modulato ardore in una seconda stesura che non credo scantoni troppo.
Per questa prima edizione abbiamo avuto molti più partecipanti di quelli che avevamo immaginato. Nonostante questo hai qualche consiglio su come potremmo migliorare l'organizzazione della prossima edizione del nostro concorso? O su un tema diverso da affrontare sempre nel limite delle 1800 battute?
Che tema vorresti fosse trattato in una prossima edizione del concorso per convincerti a partecipare ancora?

l'organizzazione mi sembra perfetta, come nuovo tema proporrei il gioco
Hai un sito web (culturale, di intrattenimento) o collabori a siti web che si occupano di arte, letteratura o cultura?
no
Grazie per il tempo che ci hai dedicato... e speriamo di rivederti anche il prossimo anno

Marco Giorgini
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Marco Giorgini
Marco Giorgini è nato a Modena il 21 Agosto 1971 e lavora come responsabile del settore R&D in una delle più importanti software house italiane che si occupano di linguistica applicata. Dal 1994 coordina la rivista culturale KULT Underground e dal 1996 la casa editrice virtuale KULT Virtual Press; ha tenuto conferenze, e contribuito ad organizzare mostre e concorsi letterari, tra cui ''Il sogno di Holden''. Da marzo 2005 è autore di una striscia a fumetti sul mondo degli esordienti chiamata Kurt.
MAIL: marco@kultunderground.org
WEB:
www.kurtcomics.com
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 146 millisecondi