:: Home » Numeri » #61 » SPORT » Imbecilli
2000
25
Feb

Imbecilli

Commenti () - Page hits: 2750
Imbecilli

Vi avviso subito e senza tanti giri di parole, che chi pensa di essere un moralista è meglio che non vada avanti nel leggere quest'articolo, così evita qualsivoglia turbamento.
Sono molto arrabbiato, e soprattutto comincio a provare schifo, per tutto ciò che circonda lo sport.
Certamente avrete sentito parlare del problema degli striscioni allo stadio, figuriamoci, è da una settimana che i giornalisti ci bombardano di notizie, come se avessero scoperto l'acqua calda.
In Italia, purtroppo l'informazione è usata solo per conseguire i propri interessi, e siamo solo all'inizio, credo che in futuro sarà ancora peggio.
Ogni giornalista serio dovrebbe riportare quando accade, senza farsi condizionare né dalle proprie idee politiche ne tantomeno dal proprio direttore, che a sua volta fa gli interessi di chi lo ha messo sotto libro paga.. Io non credo più a quello che questi signori scrivono e dicono, basta vedere o sentire quello che è successo in questi giorni. La carta stampata e soprattutto i telegiornali non hanno fatto altro che parlare di uno striscione comparso allo stadio Olimpico, che recitava: "Onore alla tigre Arkan".
Ora partendo dal presupposto che chi l'ha scritto, deve essere in preda al delirio e definirlo imbecille non gli rende onore, mi chiedo se non è ancora più stupido dare tanta importanza ad uno striscione.
Non c'erano altre notizie più importanti?
Su cento persone quante hanno capito veramente il messaggio di quel striscione?
Scommettiamo che qualcuno a pensato a Sandokan? Alla vera tigre di Mompracem. Tanto clamore, che addirittura è intervenuto anche il ministro dell'interno, Bianco e quello dei beni culturali, Melandri, forse per lavorare non aspettavano altro, evidentemente nei loro ministeri funziona tutto bene.
Invece di intromettersi nello sport, con regole che definire folcloristiche è un eufemismo, perché non impiegano il loro tempo a fare leggi per impedire ad esempio che un ergastolano vada in giro a sparare all'impazzata, oppure che qualche albanese uccida delle ragazze, cui l'unica colpa è essersi trovate nel posto e nel momento sbagliato? Vuoi vedere che questi due casi sono riconducibili allo striscione? Ma siamo seri, e smettiamola di raccontare balle alla gente.
La mia rabbia aumenta, quando penso che tutto il polverone sollevato questa settimana dura da anni e nessuno ha mai pensato di creare tutto questo casino, perché?
Vi porto un esempio molto chiaro, e chi frequenta San Siro sa che non sto dicendo sciocchezze. Quando il Napoli di Maradona andava a giocare a Milano, erano esposti striscioni che dicevano: " Hitler con gli ebrei anche i napoletani", questo non è da considerare offensivo, e a sfondo politico? Certo con l'aggravante della discriminazione razziale.
Dov'era il Dott. Mentana (interista), quando i suoi tifosi esponevano questi striscioni? O per caso ha visto la luce solo oggi? Perché non parlava prima?
RAI o MEDIASET, la musica non cambia, tutti quelli che vanno allo stadio da anni sanno queste cose solo i giornalisti se ne accorgono adesso, bravi sempre cosi. Era cosi complicato e difficilmente realizzabile, ribaltare il problema?
Bastava che tutti i mezzi di comunicazione, bandissero un concorso dove la domenica era premiato lo striscione più simpatico. Mi rendo conto che ragionare in maniera propositiva non è da tutti, non a caso poi le cose più strane succedono in Italia.
Visto il luogo- Roma- dove è stato esposto lo striscione, mi sorprende anche di non aver sentito un'intervista a Sinisa Mihajlovic, come mai i giornalisti che sono cosi attenti ai problemi sociali, non hanno chiesto al giocatore cosa ne pensasse?
Qualcuno forse ha dimenticato che tempo addietro, durante la guerra della Nato contro Milosevic, il campione serbo, si recò addirittura a Palazzo Chigi per "invitare" i politici a far cessare la guerra, e giocò con il lutto al braccio.
Niente da dire sui sentimenti patriottici, ma come mai allora quando ha visto quello striscione ha giocato?
Solo Boksic ha detto che lui non avrebbe giocato, e visto che Eriksson l'ha tenuto fuori, bisogna credergli sulla parola.
Dove è andata a finire la moralità? Perché nessuno ci dice queste cose? E poi secondo voi, è più importante far sapere alla gente di uno striscione -esposto prima della partita e non durante, o che la nazionale della Costa D'avorio è stata confinata per giorni in un campo paramilitare, perché era stata eliminata dalla Coppa D'Africa? Ma sì Chicco, queste notizie non fanno audience.
Adesso le partite possono anche essere sospese per uno striscione, e se non si giocherà la squadra di casa rischia anche la sconfitta a tavolino, di questo bisogna ringraziare i giornalisti
Le regole introdotte dal consiglio federale, mi sembrano delle buffonate, spero di sbagliarmi, e soprattutto che non torni di moda la cultura del manganello.
Mi sento una persona libera, e ogni volta che vado allo stadio, mi viene derubata una piccola parte di libertà. Trovo indecente che per entrare in uno stadio, debba essere perquisito da testa a piedi. Mi piace cantare i vari cori della curva, mi piace incitare la mia squadra, e perché no, mi piacciono anche i vari sfotto, ma so anche applaudire la squadra avversaria, e in ogni modo al novantesimo, finisce tutto. Mi rendo conto, che c'è gente che invece va allo stadio solo per creare disordini, ma guarda caso questa gente è nota alle forze dell'ordine, quindi traete le vostre conclusioni.
In ogni caso sappiate, che tra 60 giorni circa sarà tutto finito o dimenticato, per poi ricominciare nel 2001, e sì perché tutto quello che ho scritto sino adesso si può riassumere con una parola "S T R U M E N T A L I Z Z A Z I O N E" a buon intenditore poche parole. Lo ripeterò all'infinito, ognuno si occupi di ciò che sa fare, o di quello cui è preposto, senza nessun'ingerenza.
Ci manca solo che adesso ci dicano come bisogna vestirsi per andare allo stadio, oh vi immaginate uno con la camicia nera? Oppure con un bel rosso fuoco? Diventa proprio un bel problema…..ma per fortuna c'è anche chi sa sdrammatizzare come la curva del Torino che ha reso Onore al gatto Silvestro………..riflettete gente riflettete.

Luca Savoca
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Luca Savoca
Luca Savoca, siciliano, ma residente da anni in provincia di Modena. Ha ricreato la rubrica SPORT su KULT Underground spaziando dal calcio, al volley, alla Formula Uno.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 189 millisecondi