:: Home » Numeri » #31 » CINEMA » Non solo film
1997
25
Mag

Non solo film

media 2 dopo 1 voti
Commenti () - Page hits: 3200
Non solo film


Con questo articolo vorrei continuare ed approfondire il discorso iniziato nel numero scorso da Michele Benatti che regolarmente ci presenta alcune recensioni dei film presenti nelle sale cinematografiche.
Ebbene sì, i cinema hanno, inizialmente sospeso la riduzione del prezzo del biglietto per gli spettacoli pomeridiani, e poi dopo pochi giorni hanno sospeso completamente la programmazione pomeridiana infrasettimanale, tanto per tagliare la testa al toro!
Io personalmente ritengo che l'iniziativa che, se non ricordo male, era stata promossa dal governo, era veramente un'ottima iniziativa, ma come spesso succede in Italia le ottime iniziative durano poco. Era una buona occasione poter andare al cinema alle 18:30 spendendo un terzo in meno delle solite 12.000, si poteva magari andare a vedere qualche film poco convincente per soddisfare la propria curiosità. Ed invece hanno detto basta a questa simpatica iniziativa e agli spettacoli pomeridiani proprio quando la stagione cinematografica sta iniziando inesorabilmente a calare d'interesse come succede tutti gli anni dopo gli Oscar, con l'avvicinarsi dell'estate. Probabilmente proprio in questo periodo servirebbe maggiormente un prezzo del biglietto ridotto per attirare le persone a vedere i film non candidati a nulla che arrivano nelle sale cinematografiche italiane.
Sono d'accordo con Michele sul fatto che per molte persone il cinema riempie la serata e ritengo che a molti anziani potrebbe riempire anche i pomeriggi. Sono anche d'accordo sul fattore "Qualità della sala". Molte sale cinematografiche sono vecchie, scomode o, peggio ancora, entrambe le cose. Alcuni cinema di Modena ultimamente si sono aggiornati montando impianti stereo Dolby-Surround pavoneggiandosi come se fosse qualcosa di straordinario che non si era mai visto prima sulla faccia della terra.
A questo proposito, mi rendo conto che hanno dovuto investire i loro soldini, ma forse questi signori non sanno che negli USA sono le trasmissioni televisive ad essere trasmesse in Dolby-Surround.
Sinceramente non conosco le cifre che guadagnano i cinema di Modena ma le ipotesi sono due o sono con l'acqua alla gola, oppure hanno visto che gli affari vanno bene anche senza muovere un dito e quindi si godono l'andazzo senza fare mancare qualche lamentela sulle vendite, che non guasta mai.
Michele notava che gli spettatori del secondo spettacolo, sono costretti a camminare su ogni sorta di porcheria; E' vero che non è un'abitudine civile gettare per terra i residui degli sgranocchiamenti ma, è anche vero, che i cestini nei cinema sono una cosa estremamente rara (ed evidentemente costosissima; forse più del Dolby-Surround!!) e quando li trovi non sono in grado di contenere un atomo in più.
Passiamo all'argomento Oscar. E' una consuetudine che le moltitudini vadano a vedere i film solo dopo che hanno vinto qualcosa e quindi i cinema ripropongono i film vincitori. Voglio però evidenziare un trend alquanto antipatico dei cinema modenesi. Porto ad esempio un caso che mi è capitato personalmente. Fargo, il film che ha vinto l'Oscar per la migliore attrice protagonista, non mi sono nemmeno accorto che fosse uscito nelle sale cinematografiche modenesi. Ok, può essermi sfuggito, posso essermi distratto, però ho notato che molti film di questa stagione sono rimasti nelle sale di Modena pochissimi giorni; cito oltre a Fargo, Phenomenon, Emma, Space Truckers, ecc.
Non saranno film da cineteca ma ero curioso di vederli e non posso andare al cinema quattro volte alla settimana solo perché altrimenti mi tolgono il film dalla programmazione. A parte il fatto che non me lo posso permettere (48.000 alla settimana solo per il cinema sono troppe), posso avere degli impegni e non andare al cinema per diversi giorni. Proprio su questo problema avanza un altro argomento sul quale chiudo questo mio articolo.
Le seconde visioni


AAAHHHRGGGHHHH!!!!!

Che fine hanno fatto!

Una volta c'erano!

Torneranno?



Fabrizio Guicciardi

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Fabrizio Guicciardi

Fabrizio Guicciardi, nato a Modena nel 1972 è il capo redattore di KULT Underground nonché il webmaster del sito www.kultunderground.org . Laureato in Ingegneria Informatica si occupa di gestire la presenza in rete della rivista e delle altre iniziative firmate KULT Underground.


MAIL: fabrizio@kultunderground.org
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 140 millisecondi