:: Home » Numeri » #26 » SCOPRIAMO » Domandone per ''Scopriamo''
1996
25
Dic

Domandone per ''Scopriamo''

Commenti () - Page hits: 2700
Domandone per "Scopriamo"


Carissimi amici di "Scopriamo", leggendo il vostro articolo sul numero di Ottobre 1996, sono stato favorevolmente colpito dalla vostra iniziativa.
Circa lo scoprire il vero funzionamento delle cose ho un debole fin da quando, in tenera età, smontavo le macchinine comprendendo il motivo per cui non vanno da sole.
Rispondo volentieri alle quattro domande da voi formulate che sono probabilmente atte a saggiare il tipo di preparazione che ho nonchè il grado di deficenza che posso raggiungere in determinate condizioni. a) Ho già detto che l'iniziativa mi pare molto lodevole e interessante così sfruttiamola... b) Per quello che so dei cani temo che essi sudino dalla lingua, il ciò li rende ancora più disgustosi. c) Se proprio qualcuno volesse vedere nera una rosa rossa i metodi sono differenti: il più semplice ed economico è esplodere una testata nucleare nei pressi della rosa in modo che, dopo calcoli ben precisi, essa non venga "sfogliata" sfogliata dall'onda d'urto ma cambi solo colore carbonizzandosi. d) Cos'è un orologio chimico? Rispondo a tutte e quattro le domande in questa... Io sono un perito chimico, lavoro in una galvanica, non sempre il mio orologio, che pur funzionante, riesce a preservarsi da alcune immersioni in acidi o basi più o meno forti. Ebbene, dopo 5 anni di utilizzo, vorrei chiamare il mio orologio, che ha cambiato colore, orologio chimico, da non confondersi con il mio stomaco che è un orologio bio-chimico!
Ora che avete saggiato lo stadio di degradazione mentale che ho raggiunto vorrei sottoporvi tre domandine che mi aiuterebbero a capire meglio ciò che faccio: a) Ho scritto per il mese di Novembre un articolo introduttivo sul
"Cromo duro" e vorrei sapere se potete dirmi cosa si deposita in un riporto di cromo duro: è cromo allo stato elementare o sono ossidi? b) La prima domanda mi introduce inevitabilmente alla seconda: Qual'è la reazione e il relativo meccanismo di una elettrodeposizione classica con un bagno tradizionale di H2CrO4 e H2SO4 in rapporto
100/1?
L'anomalia, rispetto ad altre reazioni in galvanica, si verifica per il fatto che la deposizione (che comprende la riduzione del cromo da
6+ a , forse, 0, avviene al catodo con il segno (-) c) Ovviamente non pretendo un trattato ma vi sarei grato se mi sapeste indicare delle fonti o la letteratura che si può consultare in materia di cromo duro.
Ringraziandovi anticipatamente per il vostro interessamento vi saluto cordialmente...


Federico Malavasi

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Federico Malavasi

Federico Malavasi, perito chimico, lavora come tecnico galvanico. Giocatore di scacchi cat. 2N. Redattore dalla fondazione di KULT si occupa di PR.


MAIL: federico@kultunderground.org
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 373 millisecondi