:: Home » Numeri » #25 » SUSSURRI » Poesia del giorno
1996
25
Nov

Poesia del giorno

Commenti () - Page hits: 2050
Poesia del giorno

ovvero saggio breve
sui secondi

e sulle ore


I giorni usano avere ritmi diversi, alcuni nella loro indolente somma di convenzioni numeriche risultano insopportabili all'animo del poeta;
Oppure tu umile amanuense delle passioni umane vuoi dello SPLEEN fare musa ispiratrice?
Il susseguirsi monotono degli eventi faceva del Sabato un mero gioco di ore e minuti.
Poi, una porta si apre e in quel vago mondo che separa sogno e realtà ecco, l'apparir del volto amato.
Visione o sogno o reale che ella fosse ascoltai il suo profumo e il dolce fluir del suo parlare.
Amai quei minuti, e al riparo del battito del tuo cuore trovai rifugio.
In dolce incedere
poi
si fugge al mio cospetto il volto amato; il Crepuscolar del giorno accende i colori dell'Autunno
Rimangono il tuo profumo e la dolcezza del tuo volto.


Matteo Ranzi

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Matteo Ranzi
Matteo Ranzi nato il 16/8/67 a bologna risiede a imola dal 1992. Diplomato in ragioneria gestisce una palestra dal 1997. Ha collaborato più o meno stabilmente con KULT Underground intorno al 1995 come autore di poesie, autore anche di tre famosi articoli sulla guerra in Bosnia ed Erzegovina.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 186 millisecondi