:: Home » Numeri » #23 » CINEMA » Visti Per Voi (E Prima Di Voi)
1996
25
Ott

Visti Per Voi (E Prima Di Voi)

Commenti () - Page hits: 2050
VISTI PER VOI (E PRIMA DI VOI)


L'introduzione alla seconda parte delle recensioni raccolte alla
Mostra Internazionale del Cinema di Venezia è anche un'occasione per descrivere il clima, ambientale e non, che avvolge la manifestazione.
La prima indicazione, dedicata soprattutto a chi intende partecipare in futuro, è quella relativo al puntuale giorno di diluvio. E' una legge naturale, supportata da ben precisi dati statistici, quella che vuole mezza giornata di tempesta e vento durante la mostra, qualsiasi sia il tempo e la temperatura nei giorni passati ed in quelli seguenti. Il giorno del diluvio svela immediatamente la condizione sociale e la residenza degli accreditati. Occhiaie e bestemmie corrispondono ad uno stakanovista che vive in tenda (come i due inviati di Kult), abbronzatura e sorrisi alloggiano all'Excelsior mentre ombrello e moderata rassegnazione si accontentato di pensioni.
La seconda indicazione riguarda chi frequenta questo tipo di festival.
Chi di voi ricorda la lettera-sfogo dell'anno precedente, quando tuonai contro giornalisti svogliati e disinteressati, troverà un filo logico con la mia nuova lamentela: la disorganizzazione. Gli accessi alle sale sono caotici e senza il minimo controllo, le befane del circuito cinema occupano posti anche con i loro collier mentre il personale della mostra distribuisce improbabili spiegazioni in veneziano (meridionali unitevi! la Padania vi salverà...). "Se ci fossi io..." è la frase fatta che ogni italiano dice quando qualcosa non va, ma quando le regole elementari di buona organizzazione vengono ignorate...

Michele Benatti

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Michele Benatti
Michele Benatti, Nasce nel 1970 tra le bonifiche ferraresi ma cresce in provincia di Reggio Emilia tra le ciminiere delle ceramiche castellaranesi. Un'insana passione per l'informatica lo porta addirittura alla laurea breve ma si dice che abbia sbagliato mestiere. Appassionato spettatore di cinema extrastatunitense e di letture slave, matura col tempo una capacità critica tale da poterne addirittura scrivere. Estroverso ma timido, miope ma acuto, pallido ma sanguigno sono le caratteristiche di Michele Benatti.
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 142 millisecondi