:: Home » Numeri » #162 » LETTERATURA » La didattica per i bisogni educativi speciali - Ianes-Macchia
2009
11
Gen

La didattica per i bisogni educativi speciali - Ianes-Macchia

media 2.28 dopo 586 voti
Commenti () - Page hits: 10k
strategie e buone prassi per il sostegno

Dario Ianes è uno dei più importanti esperti italiani di didattica per l'integrazione.
E' docente di pedagogia e didattica speciale all'Università di Bolzano e i suoi libri "L'integrazione scolastica" e "Il piano educativo individualizzato" costituiscono un punto di riferimento significativo per molti insegnanti che si occupano del sostegno scolastico e dell'integrazione degli alunni in difficoltà.
Il libro La didattica per i bisogni educativi speciali, strategie e buone prassi per il sostegno inclusivo, scritto in collaborazione con la ricercatrice Vanessa Macchia, è una rielaborazione di un testo precedente, anche esso molto ricco di riflessione teorica e di spunti operativi, che si chiama "Didattica speciale per l'integrazione".
L'impostazione del testo cerca di approfondire il principio di integrazione scolastica a partire dal concetto di bisogno educativo speciale, che sintetizza tutta quella serie di bisogni che i ragazzi esprimono e che non possono essere semplicemente racchiusi in una diagnosi di tipo neuro-psichiatrico.
Mentre, infatti, negli ultimi decenni la scuola si è sempre più occupata di dare sostegno ai ragazzi che presentavano disturbi di apprendimento certificabili da un punto di vista bio-medico, il concetto di bisogno educativo speciale vuole cogliere il disagio di una fascia maggiore di ragazzi, che, pur non essendo soggetti di disturbi gravi come il ritardo mentale, il disturbo dell'attività, la dislessia etc, fanno comunque fatica ad inserirsi nel contesto scolastico perché presentano una serie di disagi di tipo culturale, sociale oppure relazionale.
A monte del modello di Ianes, si trova il concetto di "salute" proposto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, che pensa all'individuo non solo in una prospettiva, appunto, bio-medica, ma in modo più ampio, cioè nella prospettiva di un pieno funzionamento della persona anche nel contesto sociale e relazionale in cui vive.
In questa prospettiva l'integrazione scolastica viene ripensata a partire dalla categoria di inclusione, come diritto, cioè, al pieno inserimento di ogni ragazza o ragazzo nel contesto del gruppo classe in cui vive: non si tratta solo di favorire un'assistenza perché il ragazzo che presenta difficoltà scolastiche sia fisicamente insieme agli altri compagni, ma di ripensare a strategie che favoriscano una piena e positiva partecipazione di tutti al percorso scolastico.
Il libro, dopo i primi due capitoli che danno l'impostazione teorica generale, con il rigore metodologico e la capacità di sintesi tipica di Ianes, prosegue con altri quattro capitoli che offrono consigli molto interessanti su come favorire pratiche inclusive.
Si approfondiscono argomenti tipici del cooperative learning e delle strategie meta-cognitive e comportamentali: vengono esaminati la risorsa dei compagni di classe come strumento attivo per l'inclusione di tutti, le strategie dell'auto-regolazione meta-cognitiva e comportamentale, la buona prassi da parte dell'insegnante dell'adattamento degli obiettivi curricolari e dei materiali alla capacità effettiva degli alunni e si conclude prendendo in considerazione i consigli per interventi positivi sui "comportamenti problema".
Tutti questi aspetti fanno del testo un manuale prezioso di didattica speciale, che può essere un punto di riferimento importante per insegnanti, educatori e tutti gli operatori che affrontano quotidianamente problematiche simili a quelle trattate nel difficile lavoro con classi sempre molto eterogenee.
La prospettiva ampia di Ianes e il suo fondamento teorico rendono anche ampia la fascia di pubblico a cui il testo può interessare: sia quelli più attenti agli aspetti pratici dell'impegno scolastico, sia i formatori e gli esperti di didattica speciale, che sono più interessati agli aspetti anche teorici.
Molto positiva, infine, è anche la presenza di un CD, che accompagna il libro e che contiene più di 100 articoli in PDF, stampabili e fotocopiabili, tratti dalla rivista della Erickson "Difficoltà di apprendimento" e dei suoi supplementi. Il CD riporta moltissimo materiale di esperienze scolastiche, di schede e di attività pratiche, secondo il consolidato stile della Erickson.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Luca Giorgini

Luca Giorgini lavora come educatore in ambito scolastico e territoriale con ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado. Nel suo percorso formativo ha conseguito la laurea Specialistica in “Antropologia Culturale ed Etnologia”, il Baccellierato in Teologia e ha frequentato un corso annuale di “Handicap e Svantaggio nell’apprendimento”. Ama il suo lavoro, leggere e fare due chiacchiere con gli amici.


MAIL: lucag301@gmail.com
 
:: Automatic tags
 
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 134 millisecondi